annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Libri

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Complice un week end in cui ho dovuto "attendere" degli amici per molto tempo fuori a dei bar e a delle pizzerie (in una Torino particolarmente ventilata), complici i mal di testa legati al cambio di stagione, avevo abbandonato il voluminoso tomo di matematica di cui ho accennato sopra (alto come un A4), e ho infilato in borsa un tascabile Urania.
    In genere non amo la collana Urania, ma avevo trovato un Asimov a 2 euro e ad Asimov non dico mai di no. Pregio primario del grande scrittore russo è che scrive in maniera scorrevolissima...qualsiasi suo tomo mi sia capitato tra le mani mi ha inchiodato al punto da averlo rapidamente consumato in pochissimi giorni.
    Anzi, penso che tornato a Salerno mi riporterò su un suo libro di racconti per rileggerlo.

    Ma veniamo al punto. Ho letto, in fretta e furia, La fine dell'eternità.
    Iniziamo dai pregi: il romanzo ha un titolo fighissimo, i colpi di scena sono ben orchestrati, la storia (piu adatta ad un romanzo breve o ad un racconto lungo che ad un vero e proprio romanzo) scorre veloce, e soprattutto è un romanzo seminale. Innegabile è infatti la sua influenza su molte opere addietro.
    Io stesso ammetto di aver compreso i passaggi più intricati del libro grazie a parallelismi con le opere che hanno preso ispirazione da esso (una menzione su tutti, la mitica Tempolizia, presente nella saga di PK!).
    La trama tende ad avvolgersi su se stessa (mi ha ricordato, volendo fare un paragone cinematografico, certe opere del primo Nolan), ma risulta comunque molto chiara.
    Il protagonista è un analista, solitario, con nevrosi da eccesso del controllo e la tendenza ad analizzare e sovraanalizzare fatti e persone intorno a lui. Già per questo mi era simpatico.


    Punti deboli: Il libro è un inno a fuggire la mediocrità, la zona di confort, a prendere rischi (sia negli affetti che nella vita - per quanto, dato il carattere dei personaggi, credo che metaforicamente l'autore cerchi di spingere più il discorso sul lato degli aspetti). Tuttavia, nel cercare di invitare l'umanità a colonizzare lo spazio, cita apertamente di farlo a discapito delle altre razze aliene, per cui ne viene fuori un discorso quasi destrorso imperialista, roba che da Asimov non mi aspettavo. Nemmeno mi aspettavo una visione del futuro cosi patriarcale, con le donne messe in secondo piano (per quanto questa mi pare sia una chiara allusione alle religioni, dato che chi lavora per la società dell'Eternità acquisisce quasi un'aurea mitologica - come anche pare una riflessione religiosa il finale, costituito da un uomo e una donna in una grotta). Infine, e questo è il problema piu grande, la storia d'amore che dovrebbe reggere tutta l'impalcatura ....non regge. Per non dilungarsi sulla loro storia d'amore, lo scrittore descrive la costruzione del rapporto tra un gelido, distaccato analista e una donna intraprendente in maniera troppo sbrigativa per renderci partecipi dei loro sentimenti. La questione è utile in quanto parte del romanzo si basa sul dubitare della veridicità di tale relazione ma, altresi, ci rende poco coinvolti sul lato emotivo.

    P.s. Qualcuno qui in mezzo leggeva Pk?
    Qual'è la verità? Ciò che penso io di me, ciò che pensa la gente, o ciò che pensa il burattinaio?
    Spoiler! Mostra

    Commenta


    • Originariamente inviato da UomoCheRide Visualizza il messaggio
      P.s. Qualcuno qui in mezzo leggeva Pk?
      Paperinik??

      "Non ero destinato ad una vita umana, ma ad essere l'essenza di memorie future. La fratellanza d'armi è stato un breve inizio, un bel momento, che non può essere dimenticato. E poiché esso non sarà dimenticato, quel bel momento potrà ripetersi."

      Commenta


      • Originariamente inviato da CdS Visualizza il messaggio

        Paperinik??
        In teoria si, ma sarebbe una testata a parte.
        Qual'è la verità? Ciò che penso io di me, ciò che pensa la gente, o ciò che pensa il burattinaio?
        Spoiler! Mostra

        Commenta


        • Originariamente inviato da CdS Visualizza il messaggio

          Paperinik??
          Paperinik New Adventures, capolavoro del fumetto italiano

          https://it.wikipedia.org/wiki/PK_-_P...New_Adventures

          Commenta


          • Asimov mi ha risvegliato la voglia di fantascienza...e domani ho 4 ore di treno...quasi quasi mando al diavolo gli scritti di matematica e di tedesco e inizio La Svastica sul Sole..
            Qual'è la verità? Ciò che penso io di me, ciò che pensa la gente, o ciò che pensa il burattinaio?
            Spoiler! Mostra

            Commenta


            • Mamma mia... La scastica sto facendo davvero fatica a finirla...era meglio se compravo Le pecore elettriche.

              Comunque.
              Una bancarella ha dimezzato i costi dei libri di Murakami. Voi di questo autore cosa consigliereste?
              Qual'è la verità? Ciò che penso io di me, ciò che pensa la gente, o ciò che pensa il burattinaio?
              Spoiler! Mostra

              Commenta


              • Qualcuno ha letto Borges?

                Cmq ho quasi finito la svastica sul sole... Non so ancora a cosa mi dedicherò dopo. Forse a qualcosa di tecnico.

                Ok, finito La Svastica sul sole. Che dire...cocente delusione.
                Ci sono elementi geniali (l'uso dell'orologio di Topolino...l'esistenza di un libro che racconta la vittoria degli Alleati ma in maniera diversa rispetto a come sono andate le cose...) ma per il resto, il libro non mi ha preso mai, nè mi ha colpito. Ci sono elementi che tornano in Dick...come i discorsi su cosa sia reale e cosa non lo sia, o come l'elemento esterno a cui tutti fanno riferimento come atto di fede... (ne Le pecore Elettriche c'erano le unità di connessione di massa). Ma per il resto mi sembra che il libro finisca senza che nulla di rilevante sia accaduto....

                Geniale comunque l'idea dell'orologio di Topolino come opera d'arte, e la stessa copertina usata da Fanucci (Topolino che fa il saluto romano).
                Ultima modifica di UomoCheRide; 28 maggio 19, 07:28.
                Qual'è la verità? Ciò che penso io di me, ciò che pensa la gente, o ciò che pensa il burattinaio?
                Spoiler! Mostra

                Commenta


                • Iniziato da poco Cent'anni di solitudine di....
                  bè sapete già di chi.
                  Chi lo ha letto? Che ne dite?

                  Commenta


                  • onestamente ho un problema con la maggioranza degli scrittori sudamericani, e quel libro ne è l'esempio massimo
                    capisco che é un problema mio (perché a quanto pare é amato dal resto dell'umanitá) ma resta il fatto che la mia copia dovrebbe ancora giacere sotto il mobile ove fu lanciata dopo l'ennesimo momento di esasperazione
                    Ultima modifica di Uncle Scrooge; 03 giugno 19, 09:15.


                    Honour to the 26s

                    Commenta


                    • Originariamente inviato da Uncle Scrooge Visualizza il messaggio
                      onestamente ho un problema con la maggioranza degli scrittori sudamericani, e quel libro ne è l'esempio massimo
                      capisco che é un problema mio (perché a quanto pare é amato dal resto dell'umanitá) ma resta il fatto che la mia copia dovrebbe ancora giacere sotto il mobile ove fu lanciata dopo l'ennesimo momento di esasperazione
                      Anch'io gli scrittori sudamericani li ho sempre evitati, proprio non li sento affini.

                      Riflettevo ultimamente sul fatto che da qualche tempo a questa parte non riesco più a leggere romanzi. Sto trovando le opere di fantasia difficili da digerire, non riesco più ad appassionarmi pur riconoscendovi tutta l'eventuale genialità. Certo che il tempo ci cambia proprio!


                      "It's so easy to laugh / It's so easy to hate / It takes strength to be gentle and kind"
                      The Smiths - I KNOW IT'S OVER

                      Commenta


                      • Originariamente inviato da UomoCheRide Visualizza il messaggio
                        Qualcuno ha letto Borges?
                        Io, diverse cose. È uno scrittore molto "intellettuale", scrive decisamente per lettori che hanno una certa cultura filosofico-letteraria, ma ha un'inventiva di tutto rispetto e una grande fantasia. Cosa stai leggendo/vorresti leggere?

                        Commenta


                        • Originariamente inviato da Uncle Scrooge Visualizza il messaggio
                          onestamente ho un problema con la maggioranza degli scrittori sudamericani, e quel libro ne è l'esempio massimo
                          capisco che é un problema mio (perché a quanto pare é amato dal resto dell'umanitá) ma resta il fatto che la mia copia dovrebbe ancora giacere sotto il mobile ove fu lanciata dopo l'ennesimo momento di esasperazione

                          incoraggiante

                          Commenta


                          • Originariamente inviato da Tom Doniphon Visualizza il messaggio

                            Io, diverse cose. È uno scrittore molto "intellettuale", scrive decisamente per lettori che hanno una certa cultura filosofico-letteraria, ma ha un'inventiva di tutto rispetto e una grande fantasia. Cosa stai leggendo/vorresti leggere?
                            Principalmente dei racconti.
                            Qual'è la verità? Ciò che penso io di me, ciò che pensa la gente, o ciò che pensa il burattinaio?
                            Spoiler! Mostra

                            Commenta


                            • Altri manga letti.


                              Life

                              Pregevole ma non il capolavoro che si legge in giro. Tratta tematiche adolescenziali cupe quali autolesionismo e bullismo in modo maturo e non banale. C'è anche uno spaccato di società giapponese cinico (non so quanto veritiero, a sensazione mi sa di si), in cui padri facoltosi danno fondi alle scuole per poi manovrarne il personale dirigente o in cui un genitore costringe il figlio ad un fidanzamento di convenienza economica. Anche i protagonisti non sono perfetti, penso al ragazzo vittima di bullismo vendicativo.
                              Quello che mi smorza la valutazione è l'incoerenza iniziale nella caratterizzazione della antagonista, e alcune cose davvero difficili da credere possano accadere nella vita reale (penso all'antagonista maschile psicopatico sadico).
                              Inoltre i disegni non incontrano proprio i miei gusti, e c'è un uso smodato di splash pages.


                              Dorohedoro

                              Storia steam-punk fantasy molto splatter e molto interessante. Il pregio maggiore è l' umorismo nero e grottesco molto originale. E' presente anche negli eventi di maggiore peso narrativo senza smorzarne la serietà, anzi questi sono i casi in cui ho riso più di gusto. I disegni hanno uno stile molto fresco, a metà tra comic americano e manga, e sono molto dettagliati e realistici, con anche delle idee di character design parecchio cool (ad esempio, un sicario di una pseudo-mafia gira in giacca e cravatta e va in giro con una maschera a forma di cuore (un cuore come lo si vedrebbe in un testo di medicina) e un martelletto in mano).
                              La storia è buona ma aveva potenzialità maggiori. In particolare, oltre ad un po' di ridondanza nella parte centrale, il finale risolve tutti i misteri ma si torna ad uno status quo che mi pare un po' una fregatura viste certe rivelazioni e certe tematiche, e mi è sembrato frettoloso.
                              Ultima modifica di Cooper96; 15 giugno 19, 23:25.
                              Spoiler! Mostra

                              Commenta


                              • La scomparsa di Patò, di Camilleri
                                Scorrevole, piacevole, bravo Camilleri a cambiare i vari registri di scrittura in questo romanzo epistolare, ma un pò pretestuoso e derivativo. Più un esercizio di stile che altro.
                                Qual'è la verità? Ciò che penso io di me, ciò che pensa la gente, o ciò che pensa il burattinaio?
                                Spoiler! Mostra

                                Commenta

                                In esecuzione...
                                X