annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

The Terror - AMC (Ridley Scott)

Comprimi
X
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • #16
    Lo scenografo Jonathan McKinstry, il consulente storico Matthew Betts e i produttori esecutivi spiegano la complessa ricostruzione storica e ambientale alla base di The Terror
    "È tutto molto complicato...". "Il Contesto è importante!".
    "È tutto perfetto nel passato. Tranne come ci ha portato al presente."

    Commenta


    • #17
      Commento finale.

      Tratto dall'omonimo romanzo di Dan Simmons e prodotto, tra gli altri, da Ridley Scott, la serie della AMC parte da un presupposto storico e documentato per poi spingersi verso ben altri lidi, sempre più oscuri e complessi, e trasformando il viaggio della Erebus e della Terror, orgoglio della marina britannica, all'epoca l'impero che governava il mondo e simbolo dell'avanguardia tecnologica raggiunta dall'uomo, in una metafora inizialmente di orgoglio e speranza, di ricerca della gloria personale e sociale, per poi decadere in una primitiva lotta per la sopravvivenza in un ambiente che reclama l'annichilamento di ogni forma di vita e la negazione di quei principi fondanti alla base di quello che chiamiamo società civile.
      Il vento e il ghiaccio si trasformano quindi personaggi reali, quasi più tangibili e pericolosi della misteriosa creatura che insegue i poveri marinai delle due navi, rafforzando ulteriormente l'idea di un conflitto tra una natura indecifrabile e aliena e un tracotanza umana che però nullo può contro di essa.
      Ma The Terror è anche un racconto horror proprio nella sua eccezione "classica" del termine, quella che parte dal romanzo gotico inglese fino ad arrivare ai grandi maestri Lovecraft ed Edgar Allan Poe, che non è soltanto il semplice "jumpscare" e affini ma che è soprattutto una sensazione di palesato malessere e disperazione, una senso di vuoto e disturbante abbandono in un ineluttabile destino che attraversa ambienti e persone della storia, in un modo poi che anche il pubblico arrivi a sperimentare quelle stesse fuorvianti emozioni.

      Ottimo poi il comparto tecnico, dalla regia fino a una cura maniacale delle scenografie (anche se si avverte qualche mancanza di troppo verso la fine), fino a una fotografia sontuosa, dagli interni delle navi illuminati da luci naturali o da candele fino alla spettrale calotta artica, buoni anche agli effetti speciali, anche se non sempre di prim'ordine (vedi la creatura).
      Ottimo anche il cast formato principalmente da attori inglesi, dal protagonista Jared Harris a Tobias Menzies.

      Meno brillante invece la sceneggiatura, opera dello stesso Dan Simmons, con una struttura narrativa molto classica e probabilmente troppo lunga (forse era preferibile qualche puntata in meno), con il rischio quindi di annoiare in qualche frangente di troppo.
      Altro aspetto negativo un cast di personaggi davvero troppo numeroso e che, soprattutto all'inizio, rende un po complicato seguirne le gesta, rischiando di confondere troppo le idee al pubblico su "chi" ha fatto "cosa" e quindi a comprenderne appieno le evoluzioni caratteriali.

      terror-key-1600x720-1.jpg

      VOTO: 7.5

      Commenta


      • #18
        Sebbene The Terror, serie AMC dedicata alla Franklin Expedition del 1845, provi a ipotizzare quale sia stato il destino dell'equipaggio scomparso, la storia deve ancora dare risposta a molte domande...
        "È tutto molto complicato...". "Il Contesto è importante!".
        "È tutto perfetto nel passato. Tranne come ci ha portato al presente."

        Commenta


        • #19
          In Italia The Terror è distribuito da Amazon Prime
          "È tutto molto complicato...". "Il Contesto è importante!".
          "È tutto perfetto nel passato. Tranne come ci ha portato al presente."

          Commenta


          • #20
            "È tutto molto complicato...". "Il Contesto è importante!".
            "È tutto perfetto nel passato. Tranne come ci ha portato al presente."

            Commenta


            • #21
              Soo Hugh e David Kajganic, showrunner di The Terror, svelano il significato dell'ultima inquadratura della stagione, che ha aperto il campo a svariate interpretazioni
              "È tutto molto complicato...". "Il Contesto è importante!".
              "È tutto perfetto nel passato. Tranne come ci ha portato al presente."

              Commenta


              • #22
                La commovente storia d'amore di uno dei protagonisti di The Terror è basata sul reale ritrovamento di una serie di appunti misteriosi
                "È tutto molto complicato...". "Il Contesto è importante!".
                "È tutto perfetto nel passato. Tranne come ci ha portato al presente."

                Commenta


                • #23
                  A dirigere il primo episodio della seconda stagione di The Terror sarà il regista Josef Kubota Wladyka
                  "È tutto molto complicato...". "Il Contesto è importante!".
                  "È tutto perfetto nel passato. Tranne come ci ha portato al presente."

                  Commenta


                  • #24
                    Derek Mio è stato appena scritturato per entrare a far parte del cast della seconda stagione della serie antologica The Terror, serie targata AMC
                    "È tutto molto complicato...". "Il Contesto è importante!".
                    "È tutto perfetto nel passato. Tranne come ci ha portato al presente."

                    Commenta


                    • #25
                      "È tutto molto complicato...". "Il Contesto è importante!".
                      "È tutto perfetto nel passato. Tranne come ci ha portato al presente."

                      Commenta


                      • #26
                        La seconda stagione di The Terror sarà ambientata durante la Seconda Guerra Mondiale e si chiamerà Infamy
                        "È tutto molto complicato...". "Il Contesto è importante!".
                        "È tutto perfetto nel passato. Tranne come ci ha portato al presente."

                        Commenta


                        • #27
                          Ho appena finito di leggere il (prolisso) libro di Dan Simmons e recupererò a breve la miniserie. Immagino che nell'adattamento televisivo non abbiano ripreso il finale del libro in cui il capitano di sua maestà Crozier si scopre sciamano dotato di luccicanza alla danny torrance e s'accoppia con lady silence e ad un certo punto per richiamare la bestia si soffiano forte nelle bocche vicendevolmente come in un flauto di pan facendo vibrare direttamente le corde vocali e cavandone suoni fatati alla Loreena McKennit, manco Jodorowsky dopo una supposta alla mescalina avrebbe avuto cotanto ardire.

                          Commenta

                          In esecuzione...
                          X