annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Game of Thrones - HBO

Comprimi
X
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Originariamente inviato da Naihir Visualizza il messaggio
    Prima di dire questa cosa, dopo la sequenza dell'attacco a sorpresa di Euron ai loro danni, ne vediamo una successiva di lui che è già a KL.
    Jon Snow nella 8.4 si vede fino alla partenza da Grande Inverno, da lì in poi si vede solo Daenerys. E dopo l'attacco a Rhaegal, nella stanza della mappa, Tyrion dice che Jon arriverà in 15 giorni. Quando inizia la 8.5 Jon sta sbarcando, dunque sono passati quei famigerati 15 giorni.

    Originariamente inviato da Naihir Visualizza il messaggio
    Ecco che torniamo al discorso della frettolosità, nel condensare il tutto entro le 3 puntate.. e pensare che qualcuno diceva che 3 puntate erano pure troppe per questo argomento e loro tagliano e riassumono i viaggi degli schieramenti, a seconda del momento, senza dare consistenza a quel che viene mostrato e detto. Manca di credibilità la 8x05.
    Diminuire gli episodi è da sempre un gigantesco vantaggio proprio perché permette di uccidere i tempi morti. 10 episodi andavano bene quando avevi 25 personaggi a stagione e molte trame da sviluppare.

    Con più puntate cosa potevi dire di più? Sono sola, non mi vuole nessuno bene e via dicendo. Ripetitivo. Meglio che tutto avvenga subito.

    Lo spettatore deve essere attento e cogliere tutti i dettagli.

    Commenta


    • Benissimo, vedo che qui la necessità di allungare i tempi per dare credibilità e profondità ai personaggi viene scambiata per "ripetizione". Direi che quindi è inutile stare qui a ripetere sempre le stesse cose. Se vengono capite bene, altrimenti amen.

      Commenta


      • Originariamente inviato da Riof85 Visualizza il messaggio
        Diminuire gli episodi è da sempre un gigantesco vantaggio proprio perché permette di uccidere i tempi morti. 10 episodi andavano bene quando avevi 25 personaggi a stagione e molte trame da sviluppare.

        Con più puntate cosa potevi dire di più? Sono sola, non mi vuole nessuno bene e via dicendo. Ripetitivo. Meglio che tutto avvenga subito.

        Lo spettatore deve essere attento e cogliere tutti i dettagli.
        10 puntate forse sono troppe, ma 8 direi che potevano tranquillamente starci. Si discute di mancanze e cambi repentini nell'agire dei personaggi proprio per la mancanza di tempo (episodi) che invece avrebbe permesso una resa migliore, forse.

        Commenta


        • Originariamente inviato da SE7EN Visualizza il messaggio
          Benissimo, vedo che qui la necessità di allungare i tempi per dare credibilità e profondità ai personaggi viene scambiata per "ripetizione". Direi che quindi è inutile stare qui a ripetere sempre le stesse cose. Se vengono capite bene, altrimenti amen.
          Esatto, la TV funziona così. Sennò è una di quelle serie per bimbi che fanno "bimbi cos'è quello" col fermo immagine. Uno show che basa tutto su un preciso ritmo narrativo non può di sicuro tenere per mano lo spettatore.

          Più che far dire le cose ai personaggi D&D non possono. Aggiungere due episodi per ripetere ciò che è stato detto perfettamente allunga solo il brodo.

          Commenta


          • Originariamente inviato da SE7EN Visualizza il messaggio
            Come può esserci un nesso tra la campagna contro il Night King, che per come è stata risolta nel disegno generale ha assunto la forma di una parentesi Walking Dead inutile, e Daenerys? Lei aiuta gli uomini del nord guidati da Jon e loro la aiutano di rimando. Se è una deficiente, che scambia un invito a recuperare le forze prima di "the last war" per un tentativo di tradirla, che colpa ne hanno gli spettatori, quando sostengono di non capire l'arco del personaggio? Quali sarebbero i miei limiti? Sono domande assurde anche queste? Jon, che rappresenta il Nord e le ha giurato fedeltà, conta. Ha l'alleanza delle Isole di Ferro, comandate da Yara. Ha il sostegno di Dorne. Ha un esercito (che dovrebbe essere dimezzato, eppure dal trailer del prossimo episodio sembra si estenda per centinaia di file, ma lasciamo perdere) di Immacolati fedeli e ha i Dothraki. Il pregiudizio lo alimenta lei stessa facendo cazzate senza rendersene conto e appena l'occasione si presenta ci tiene a sottolineare "I'm not my father". Ma poi un regime devoto costituito da profughi, una città mezza devastata, un esercito nemico massacrato, che poteva ingrossare le sue fila una volta salita al potere? Mi spiace, che Daenerys sia una nazista mi sta bene ma non che sia una merda. La differenza tra una cosa e l'altra sta nella scrittura.
            Quale nesso? Riguarda le prime 4 puntate. Daenerys va a Nord e contribuisce più di tutti alla causa - senza dimenticare quanto fatto nelle ultime due puntate della S7 - e come conseguenza si ritrova messa in un angolo, contestata, superata e a subire il fuoco incrociato di sospetti e intrighi che sfociano in tradimenti. Oltre al danno, la BEFFA. Il fatto che perda Jorah poi non sarà diretta responsabilità di Cersei ma inficia sulla sua stabilità emotiva, che è un tassello capitale. Il punto non è quanti Lord si inginocchino. Il punto è che a Westeros non è come a Essos. Il Gioco del Trono non è come liberare qualche poveretto descolarizzato avendo a che fare con mufloni ignoranti buoni solo a schiavizzare e a stuprare. La strategia che ha funzionato la, qui non vale un centesimo. Si sottovaluta troppo poi la portata della rivelazione di Jon quale legittimo re. Parliamo di una che si è sempre creduta una predestinata e che giunge alla conclusione che la sua intera vita è stata ancorata a una menzogna. Ma capisco che l'immedesimazione nella psicologia di un personaggio se non è sottolineata con l'evidenziatore sia difficile da abbracciare.

            Originariamente inviato da SE7EN Visualizza il messaggio
            È lampante che il personaggio sia stato scritto male, in fretta, e il suo percorso sia stato velocizzato, semplificato, per arrivare al traguardo nei tempi stabiliti. Io non sono abituato ad assolvere vani tentativi di profondità tematica che si sgretolano di fronte a uno storytelling così pigro, povero di conflitto e cause scatenanti, che mira allo shock facile, per poi ritrovarmi spiegazioni poco convincenti che mi costringono a raccattare pezzi di storia seminati senza l'intenzione di sfociare in un payoff così cretino. Forse tu sì, e infatti roba come Batman V Superman e The Last Jedi si basano sulla stessa debole costruzione narrativa, graziata da una messa in scena sontuosa, che affligge la narrativa postmoderna, gravata dall'impegno e dalla responsabilità di battere strade non ancora esplorate. E va bene, ma non tutti ne sono capaci.
            Il tuo grosso limite è che giudichi per compartimenti stagni. Non è che io sia più clemente. Che il metodo di scrittura per diagrammini di Nolan sia il tuo favorito ne è la prova.

            Originariamente inviato da SE7EN Visualizza il messaggio
            Tarkovskij dovrebbe tornarmi utile per capire Game of Thrones? Come se non stessimo parlando di una serie che ormai ha il suo target di riferimento negli americani medi che la guardano in preda al tifo nel bar sotto caso, con una mano sul boccale di birra e l'altra nel cesto di patatine. Dopotutto se Tyrion insiste 16 volte sul significato delle campane un motivo ci sarà.
            Ma cosa hai capito... l'ho detto perchè ci sarebbe la flebile speranza che ti possa spingere a percepire l'arte tutta in maniera meno passivamente "scolastica" e soprattutto più disponibile a una conseguente riflessione che vada oltre i propri rigidi schemini mentali, diciamo così.

            E poi basta con sta manfrina che "ci sia da capire qualcosa" nelle vostre asserzioni riguardo questo risvolto narrativo. Sono a prova d'idiota, ti garantisco.
            La profonda mancanza di spiritualità di colui che non percepisce, ma giudica l’arte, il suo rifiuto e la sua mancanza di disponibilità a riflettere sul significato e sullo scopo della propria esistenza nel significato più alto del termine, assai sovente vengono mascherate con l’esclamazione primitiva fino alla volgarità: "Non mi piace!", "Non mi interessa!". Il bello è celato a coloro che non cercano la verità.

            Commenta


            • Originariamente inviato da Riof85 Visualizza il messaggio
              Jon Snow nella 8.4 si vede fino alla partenza da Grande Inverno, da lì in poi si vede solo Daenerys. E dopo l'attacco a Rhaegal, nella stanza della mappa, Tyrion dice che Jon arriverà in 15 giorni. Quando inizia la 8.5 Jon sta sbarcando, dunque sono passati quei famigerati 15 giorni.
              Io sto parlando di Euron. Fa l'attacco a sorpresa e nella sequenza dopo lo vediamo a KL di fianco a Cersei. anche per lui passano 15 giorni? E pure quando si passa alla sequenza che coinvolge Daenerys e gli altri, non sembra che passi chissà quanto tempo dall'attacco a sorpresa e dall'ambasceria... non è credibile che sti qui stanno più di tot. giorni a rimuginare su quanto accaduto, mentre Euron e Cersei hanno già fatto l'attacco, rapito la tizia e messo su un piano.

              Tempistiche buttate a caso. Ma è un problema che persiste dalle passate stagioni, purtroppo.

              La cosa brutta è che nella 8x05 si pagano le conseguenze di certe scelte.

              Dov'è che lo spettatore ha il tempo di assimilare quel che succede e di capire la perdizione del personaggio di Dany? Da nessuna parte. Ci consegnano qua e la 3-4 sparate di situazioni che potrebbero spingerla a dubitare di Jon e dei suoi alleati, ma NULLA che la faccia arrivare alla decisione drastica di epurare tutta una città. L'ultima cosa che rimane impressa è il rifiuto di Jon.

              Lo specchio della pochezza dell'episodio è la fine che fa l'eunuco. Una scena costruita male, per un personaggio che invece, assieme a quelli più dotati di cervello e astuzia, avevano retto "il gioco del trono". un personaggio che effettivamente, morta la sua controparte Ditocorto non ha più avuto nulla da dire.

              Quando la storia è tornata su binari più consoni al personaggio, fatte di ricami, sospetti, dubbi.. me lo sfrutti così? senza un minimo di climax? MAH.

              Originariamente inviato da Riof85 Visualizza il messaggio
              Diminuire gli episodi è da sempre un gigantesco vantaggio proprio perché permette di uccidere i tempi morti. 10 episodi andavano bene quando avevi 25 personaggi a stagione e molte trame da sviluppare.
              i tempi morti, delle volte servono proprio per far sentire il peso di una conseguenza. se la puntata 8x02 funziona è perché stende un tappeto rosso, con il giusto climax, alla prossima puntata.

              Qui tra 8x04 e 05 abbiamo solo avuto la sensazione di logica andata a farsi benedire, di soluzioni deboli e di una certa fretta nel chiudere le questioni, che non giustificano la portata degli eventi.
              Ultima modifica di Naihir; 15 maggio 19, 18:40.
              # I am one with the Force and the Force is with me #

              -= If You Seek His Monument Look Around You =-

              Commenta


              • Originariamente inviato da Naihir Visualizza il messaggio
                Io sto parlando di Euron. Fa l'attacco a sorpresa e nella sequenza dopo lo vediamo a KL di fianco a Cersei. anche per lui passano 15 giorni? E pure quando si passa alla sequenza che coinvolge Daenerys e gli altri, non sembra che passi chissà quanto tempo dall'attacco a sorpresa e dall'ambasceria... non è credibile che sti qui stanno più di tot. giorni a rimuginare su quanto accaduto, mentre Euron e Cersei hanno già fatto l'attacco, rapito la tizia e messo su un piano.
                Approdo del Re e Dragostone sono molto vicine. La scena finale della 8.4 sarà un giorno dopo la morte di Rhaegal o forse qualche ora dopo.

                15 giorni è lo stacco tra la fine della 8.4 e l'inizio della 8.5. Viene detto. Chiaramente.

                Il resto è solo scarsa attenzione.

                Originariamente inviato da Naihir Visualizza il messaggio
                Dov'è che lo spettatore ha il tempo di assimilare quel che succede e di capire la perdizione del personaggio di Dany?
                Nell'atteggiamento di Sansa nella 8.1
                Nella rivelazione di Jon a Daenerys nella 8.2
                Nella morte di Jorah nella 8.3
                Nella sequenza della cena celebrativa, quella dove tutti cercavano gli errori
                Nella morte di Rhaegal sempre nella 8.4
                Nella morte di Missandei nella 8.4
                Nelle occhiaie di Daenerys all'inizio della 8.5
                Nelle parole che dice a Jon nella 8.5

                E' tutta la stagione che costruiscono la perdizione di Daenerys

                Originariamente inviato da Naihir Visualizza il messaggio
                potrebbero spingerla a dubitare di Jon e dei suoi alleati, ma NULLA che la faccia arrivare alla decisione drastica di epurare tutta una città. L'ultima cosa che rimane impressa è il rifiuto di Jon.
                Se si è dotati della memoria di un criceto e ci si ricorda solo della scena di Jon non è colpa di D&D, io quando inquadrano la Clarke un attimo prima che dia fuoco a tutto mi sono ricordato ogni singolo minimo momento della stagione. Ma io le serie TV le seguo attentamente.

                Comunque dubitare degli alleati è la pietra di volta per decidere che la paura è la via migliore. Perché se non hai alleati non avrai mai un regno forte e duraturo, dunque non rimane che mostrare tutta la tua più assoluta forza.

                Non ci vuole una laurea in scienze politiche eh: un re ha bisogno di alleati, di lord a lui fedeli. Daenerys li ha? No, gli unici che aveva racimolato intorno a sé (Dorne e Alto Giardino) sono stati sconfitti. Il nord non la vuole e con la rivelazione di Jon è perso, la Valle sarà persa a breve (lo dice Tyrion nella 8.4).
                Se poi conti che nella zona dei fiumi c'è pure un altro parente di Sansa.

                Cosa rimane a Daenerys per assicurarsi il comando? La paura. Il terrore. Il dimostrare che anche con un solo drago può distruggere in pochissimi una città da 1 milione di abitanti

                Originariamente inviato da Naihir Visualizza il messaggio
                Lo specchio della pochezza dell'episodio è la fine che fa l'eunuco. Una scena costruita male
                La morte di Varys è meravigliosa, l'ultima frase che dice è una sorta di monito a Tyrion e Jon: io spero di meritarmi la mia condanna a morte, spero di sbagliarmi. Vedrai come sarà presente il ricordo di Varys nel series finale.

                Commenta


                • Io vorrei chiedere a tutti i sostenitori della stagione arrivata a questo punto, dove hanno visto, concretamente, e non dedotto, questa dolorissima presa di coscienza di Daenerys, questo suo logoramento interiore.
                  Quando la scrittura di questo show ha premuto forte nel sottolineare suddetto percorso del personaggio ? Precisamente questa tridimensionalità psicologica del personaggio atta a giustificarne la scelleratezza di intenzioni in quali sequenze sarebbe riportata ? Senza andare a ripescare frammenti fossili risalenti a 100 puntate fa. Ma guardando ora, nel presente, quando certe motivazioni sono salienti, imprescindibili per promuovere scelte narrative decisive.
                  Perché io ho visto un microscopico lavoro in termini di approfondimento e svisceramento, quando sarebbe stato doveroso il contrario, e dall'altra parte invece una corsa frenetica nel mettere in scena e allestire con chiara potenza espressiva la vastità delle conseguenze. Conseguenze dal peso talmente ingombrante che non possono minimamente essere supportate da cause indagate in maniera microscopica o relegate off screen in pasto alla deduzione dello spettatore che con una manciata di input sparsi nel corso di 10 anni deve andare a costruirsi da se l'arco narrativo completo di un personaggio e giustificarsi evoluzioni che sullo schermo appaiono piuttosto forzate.
                  Se si crea questo disequilibrio nelle modalità di impiattamento narrativo del rapporto causa-effetto, la credibilità dovutagli viene meno e subentra invece la sensazione di un lavoro semplicistico e sbrigativo.
                  Come ho detto in passato non si tratta di aspettative disattese, certe idee sono pienamente valide, ma nella loro traduzione in sede di sceneggiatura, nel momento fondamentale di concretizzazione, sono risultate alquanto discutibili.
                  Ultima modifica di MrCarrey; 15 maggio 19, 19:04.

                  Commenta


                  • Originariamente inviato da MrCarrey Visualizza il messaggio
                    Io vorrei chiedere a tutti i sostenitori della stagione arrivata a questo punto dove hanno visto, concretamente, e non dedotto, questa dolorissima presa di coscienza, questo logoramento interiore ai danni di Daenerys. Quando la scrittura ha premuto forte nel sottolineare questo percorso del personaggio ? Precisamente questa tridimensionalità psicologica del personaggio atta a giustificarne la scelleratezza di intenzioni in quali sequenze sarebbe riportata ? Senza andare a ripescare frammenti fossili risalenti a 100 puntate fa.
                    Nella 8.1 Daenerys arriva a Grande Inverno, fa tutta la gentile aspettandosi di trovare il tappeto rosso e Sansa invece l'accoglie con lo sguardo di chi la vorrebbe appendere per le trecce. Daenerys scopre così che esiste anche chi non la considera una sovrana illuminata.

                    Nella 8.2 prima parla con Sansa, cerca di farsela amica, ma Sansa è inamovibile: il nord alla fine delle guerre andrà per proprio conto. A fine puntata scopre che Jon è in realtà Aegon Targaryen. Di colpo tra lei e quel trono che tanto brama spunta un altro Targaryen, che a livello dinastico ha molto più diritto di lei.

                    Nella 8.3 c'è la battaglia tra i vivi e i morti. Daenerys, gli Immacolati, i Dothraki e i draghi giocano un ruolo chiave per la resistenza di Grande Inverno. Daenerys paga un prezzo elevatissimo, forse più alto di tutti: parte del suo esercito spazzato via e Jorah morto.

                    Nella 8.4 è momento di celebrare, Daenerys si ritrova in un angolo col bicchiere in mano a vedere Jon (che è un Targaryen con maggior diritto al trono) celebrato ed osannato come eroe di guerra. Il suo primo cavaliere che festeggia e si ubriaca in compagnia del fratello Jamie.
                    Va in camera da letto per scaricare l'adrenalina, ma Jon la rigetta: dunque in cuor suo è consapevole ormai di essere un Targaryen.
                    Al consiglio di guerra Sansa mette in dubbio la sua strategia.

                    In pratica quando Daenerys lascia il nord si ritrova senza più un uomo fidatissimo, ha scoperto una realtà cruda, fredda, distaccata e che chiede concretezza e non titoli. Dove ti guadagni la fiducia nel tempo e con pazienza e devozione. Una realtà che ha elevato Jon Snow, ovvero Aegon Targaryen, al ruolo di unico possibile leader.

                    E mentre lei parte da Grande Inverno in gran segreto Sansa sgancia la bomba: rivela a Tyrion che rivela a Varys. La Valle sarà la prossima a saperlo. Daenerys sta perdendo pezzi, ma soprattutto si incrina la fiducia in Jon a cui aveva chiesto di tacere ma non ha taciuto.

                    Intanto Rhaegal viene ucciso, poco dopo Missandei.

                    Arriviamo alla 8.5

                    Daenerys ha perso due importanti uomini, un altro drago e ha capito che il trucco "draghi fuoco un po' di titoli" non attecchisce ad occidente. Capisce che ha più nemici che possibilità. Capisce che Jon può non volere il trono, ma tutti lo vogliono sul trono. Capisce che molti lord non la seguiranno mai, capisce che non verrà mai vista come era vista in oriente.

                    Capisce che esiste solo una via: temerla. E quindi da avvio alla distruzione.

                    Tutto questo è quello che accade nelle 8 stagioni.

                    Commenta


                    • Originariamente inviato da Naihir Visualizza il messaggio
                      la stessa attrice si è detta perplessa sullo svolgimento e l'evoluzione del suo personaggio e lo stesso Martin si rammarica di come la storia (inventata) è andata a consegnarci un finale diverso da quello immaginato da lui (che probabilmente nemmeno finirà mai), tanto per dire che di "già scritto" non esisteva proprio nulla.
                      Perdonami ma non è vero. Martin dice questo a Marzo 2019: "Well, to a degree. I mean, I think the major points of the ending will be things that I told them, you know, five or six years ago," Martin said. "But there may also be changes, and there’ll be a lot added."

                      Che è ben diverso da sostenere che il finale sarà completamente diverso. Martin nel 2013 ha raccontato i futuri snodi principali a D&D unitamente al destino dei personaggi principali. Sicuramente ci saranno molteplici differenze come è ovvio che sia, ma da qui a dire che non ci siano dei punti fermi che siano stati rispettati e che quello che vediamo adesso non corrisponde nel MACRO a quanto detto da Martin è falso.

                      Cioè, Daenerys impazzirà anche nei libri. Anzi, mi pare di capire leggendo in giro che nei libri i germi latenti di questo snodo siano stati seminati a lungo, per esempio. Più che nello stesso show.

                      D&D dissero che tra le cose dette da Martin vi erano 3 momenti assolutamente WTF: l'esecuzione di Shereen, la verità su Hodor e un terzo che ha sicuramente a che fare con Dany a questo punto. Potrebbe essere addirittura qualcosa che succederà nella prossima.
                      La profonda mancanza di spiritualità di colui che non percepisce, ma giudica l’arte, il suo rifiuto e la sua mancanza di disponibilità a riflettere sul significato e sullo scopo della propria esistenza nel significato più alto del termine, assai sovente vengono mascherate con l’esclamazione primitiva fino alla volgarità: "Non mi piace!", "Non mi interessa!". Il bello è celato a coloro che non cercano la verità.

                      Commenta


                      • Ma guardste che i fan di tutto il mondo stanno sclerando non per la scrittura, ma perché son fan di daenerys. Fino alla 8x03 la considersvano ancora il top assoluto e difatti pure con la morte del nk o puntata era sul 70 per cento di gradimento.
                        ​​​finalmente una serie tv ci ha coraggio, coraggio di prendere uno dei beniamini del pubblico ed eroina e trasformarla in una bestia. Graziemartin

                        Commenta


                        • Va bene tutto, ma cose come "se non ci arrivate" o "siete limitati" ricordatevi di scriverle dopo aver riguardato fino in fondo la vostra vita fin qui, magari ritrovate l'umiltà.

                          Commenta


                          • sono arrivato,finalmente, anche all'ottava stagione e ieri ho visto quinta puntata.
                            Secondo me ,sopratutto,nell'ultima stagione la sceneggiatura di Beniof e. Weiss(che saranno i sceneggiatori dei prossimi Star Wars)è stata,mio modesto avviso,abbastanza deficitaria sia sui personaggi sia a livello di trama.Le scene di guerra sono meravigliose ma sia la 3x08 e la 5x08 mancano di quel qualcosa che le faccia diventare epiche e anche la fine di alcuni personaggi(vedi Cersei e Jamie)non state degne del loro spessore e di come erano stati costruiti nelle 7 stagioni.
                            Su Daenerys le prime avvisaglie della follia c'erano state già in precedenza ma un pò grazie Tryion ed un pò ,dopo,anche grazie a Varys il personaggio si era mantenuto....dopo la morte di Missandei e vedere un'altro Targaryen poteva rubargli il trono la sua razionalità si è andata a farsi benedire.
                            Aspetto lunedi per vedere il finale ma ho il presentimento che John,o Arya, uccida Daenerys ed al trobno andrà proprio John con Tryion primo cavaliere e Sansa regina del nord...vediamo lunedi!!
                            "Non discutere mai con un idiota: la gente potrebbe non notare la differenza"

                            Commenta


                            • Per me la 6 sarà epica, ma farà partire rivoluzioni su rivoluzioni...idea mia eh non c'entrano i leak.

                              Commenta


                              • Originariamente inviato da Andrea90 Visualizza il messaggio
                                Per me la 6 sarà epica, ma farà partire rivoluzioni su rivoluzioni...idea mia eh non c'entrano i leak.
                                in che senso Andrè??
                                "Non discutere mai con un idiota: la gente potrebbe non notare la differenza"

                                Commenta

                                In esecuzione...
                                X