annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Netflix- Topic di discussione generale su serial e film

Comprimi
X
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • #61
    Terza stagione di rick and morty micidiale. Il top lo raggiunge la puntata the ricklantis mixup, puro genio.
    "E' tutto molto complicato..." "Il Contesto è importante!"

    Commenta


    • #62
      "E' tutto molto complicato..." "Il Contesto è importante!"

      Commenta


      • #63
        Negli USA ora Netflix ha tanti utenti quanti la tv via cavo

        "E' tutto molto complicato..." "Il Contesto è importante!"

        Commenta


        • #64
          Ok, che uscisse una nuova serie di Devilman prodotta da Netflix e diretta da quel folle di Masaaki Yuasa me l'ero proprio perso

          Luminous beings are we, not this crude matter.

          Commenta


          • #65
            Più che altro chi se lo aspettava che ste cose fossero di tuo interesse!
            "E' tutto molto complicato..." "Il Contesto è importante!"

            Commenta


            • #66
              In che senso? Non ho mai nascosto il mio interesse per anime e manga, anche se con gli anni si è un po' ridotto
              Luminous beings are we, not this crude matter.

              Commenta


              • #67
                Niente, mi faceva strano. Mi fa tutt'ora strano.
                "E' tutto molto complicato..." "Il Contesto è importante!"

                Commenta


                • #68
                  di Devilman ho visto il primo episodio. una volta aggiustatosi lo sguardo con lo stile del disegno, che può non piacere, è davvero figo. unica cosa forse, al momento è tutto velocissimo: arriva un tizio che non vedi da anni, ti parla di demoni per 5 minuti, non fai domande e neppure un po di sguardi increduli per prepararsi alla rivelazione e BOOOM orgia di colori e splatter.
                  CIO' CHE PIACE E CIO' CHE E' BELLO, BADATE BENE, SONO DUE E DUE COSE SOLTANTO!
                  cit. me stesso

                  Commenta


                  • #69
                    Dopo aver debuttato in Giappone nei cinema lo scorso novembre, Godzilla: Planet of the Monsters sarà disponibile in tutto il mondo su Netflix a partire dal 17 gennaio.

                    È il 32esimo film della serie di Godzilla, è prodotto dalla Toho, quella che il personaggio l'ha creato e tenuto a battesimo nel lontano 1954, ed è il primo film a portare sullo schermo il lucertolone nucleare in versione animata dove a curare l'aspetto tecnico è stata la Polygon Pictures, ed è il primo di una annunciata trilogia.



                    Ambientato nel 2048, il film racconta di un mondo dominato da Godzilla e altri mostri giganteschi che hanno costretto l'umanità a lasciare la Terra per partire alla volta di un altro pianeta, Tau Ceti. Il problema è che, dopo un lunghissimo viaggio, i sopravvissuti scoprono che il pianeta è divenuto nel frattempo inabitabile, e quindi decidono di tornare indietro determinati a riprendersi ciò che è loro: ma nel frattempo, la situazione sulla Terra è diventata ancora pià complicata.







                    Commenta


                    • #70
                      Sto proseguendo Devilman e sono a metà tra lo stranito e l'estasiato. una trasposizione originale, folle, sensuale, delirante eppure tematicamente coerentissima. unica pecca, non c'è letteralmente stata una "presentazione" dei personaggi per poter capire chi fossero davvero prima dell'inizio degli eventi. laddove molte serie Netflix farebbero bene a non girare intorno a se stesse con troppi episodi dedicati a cose futili, qui invece sentivo il bisogno di ingranare più lentamente. Ma in fondo va bene anche così.

                      all'episodio 6 c'è anche una gustosa citazione a the Host.
                      Ultima modifica di Sarva; 12 gennaio 18, 22:03.
                      CIO' CHE PIACE E CIO' CHE E' BELLO, BADATE BENE, SONO DUE E DUE COSE SOLTANTO!
                      cit. me stesso

                      Commenta


                      • #71
                        Visto due volte, audio japan e italiano.

                        Devilman Crybaby rimane il miglior anime su Devilman ad oggi (sfida facile vedendo tutti gli adattamenti passati), finalmente hanno reso Miki un personaggio interessante con tutta una sua sottotrama, purtroppo ci perde il co-protagonista Ryo molto sminuito paragonandolo anche al Ryo della serie oav.

                        Episodio 8 e 9 un concentrato di feel.
                        Episodio 10 un minestrone indigesto senza aver letto il manga.
                        Ultima modifica di Yamato86; 14 gennaio 18, 12:52.
                        http://i.4cdn.org/m/1470533981013.gif

                        Commenta


                        • #72
                          Finita anch'io e sono d'accordo. Emozionante e delirante.

                          unico rammarico, 10 episodi sono davvero pochi per farci stare tutto quel materiale. sono stati già bravi così a condensare tutto, ma avrere 12/13 puntate anzichè 10 secondo me avrebbe giovato e non poco alla definizione delle regole di questo universo e allo scavo dei personaggi. poco male comunque.

                          sottolineo una traccia sonora davvero azzeccata:
                           
                          CIO' CHE PIACE E CIO' CHE E' BELLO, BADATE BENE, SONO DUE E DUE COSE SOLTANTO!
                          cit. me stesso

                          Commenta


                          • #73
                            le traccie le trovo tutte ottime, orecchiabili e si lasciano ricordare.

                            ingegnosa la pensata di rendere il devilman anni 70 color puffo un vero show televisivo presente in questo universo, il piccolo Taro con la stanza piena di action figures e poster
                            http://i.4cdn.org/m/1470533981013.gif

                            Commenta


                            • #74
                              Master of None

                              Bellissima serie comedy composta da due stagioni che comincia come una commedia relativamente leggera e molto divertente a base di minoranze etniche e poi integra piano piano elementi romance che portano a una seconda stagione tendenzialmente più malinconica ed esistenziale della prima.

                              La confezione è di primissimo livello, la regia ottima, gli attori perfetti, le atmosfere che si respirano rimandano soprattutto ad Allen e Linklater e nella seconda stagione si carica d'italianità classica con riferimenti ad Antonioni, Fellini, De Sica e altri.

                              Una vera sorpresa.


                              Luminous beings are we, not this crude matter.

                              Commenta


                              • #75
                                "Glacè" ottima serie tv francese in 6 puntate.Bellissima atmosfera e buona prova attoriale.
                                "Non discutere mai con un idiota: la gente potrebbe non notare la differenza"

                                Commenta

                                In esecuzione...
                                X