annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

E la Disney si pappa pure la Fox!

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • E la Disney si pappa pure la Fox!

    Che dire?

    http://www.ilpost.it/2017/12/14/acco...t-century-fox/

  • #2
    Non c'è una legge a tutela della concorrenza o anti-monopolio/oligopolio negli USA? La situazione è preoccupante.

    Commenta


    • #3
      papponi!
      In qualche strana maniera noi svalutiamo le cose appena le pronunciamo. Crediamo di esserci immersi nel più profondo dell'abisso, e invece quando torniamo alla superficie la goccia d'acqua sulle punte delle nostre dita pallide non somiglia più al mare donde veniamo. Crediamo di aver scoperto una caverna di meravigliosi tesori e quando risaliamo alla luce non abbiamo che pietre false e frammenti di vetro; e tuttavia nelle tenebre il tesoro seguita a brillare immutato. (Maeterlinck)

      Commenta


      • #4
        Nell'articolo dice che adesso la cosa passerà al vaglio dell'antitrust, ma comunque l'accordo è stato siglato. A leggere cosa questo comporti nello specifico e la quantità di roba che passerà sotto Disney tremano vene e polsi. Andiamo verso un mercato sempre più gestito da pochi ed enormi colossi, con fatturati superiori al PIL di molti Paesi.

        Commenta


        • #5
          il monopolio non fa mai bene

          Commenta


          • #6
            Con questa tendenza consolidatrice (che non riguarderà solo Disney, perché se la fusione AT&T-Warner andrà a buon fine ne uscirà un altro colosso che inizierà a mangiarsi tutti i pesci piccolo attorno) si chiuderà l'epoca iniziata a fine anni '40 col famoso caso Paramount. E a perderci saranno come sempre i consumatori, oltre ai cinema indipendenti e alle catene minori.

            E la notizia sulla net neutrality non fa che peggiorare il tutto.
            Ultima modifica di Desmond_; 15 dicembre 17, 14:18.

            Commenta


            • #7
              Diverse testate online hanno espresso un certo grado di preoccupazione, che mi sento di condividere.

              Piaccia o non piaccia, un The Revenant fa BENE al Cinema. Ne vedremo ancora sotto l'egidia Disney?

              Degli X-Men, Deadpool, Predator, Alien, ecc. ne facciano quello che vogliono. Di Avatar non mi preoccupo, dato che il progetto dei sequel è saldamente in mano a Cameron e già avviato.

              La mia preoccupazione più grande è una sola: tra tutto quello che produce e acquista, la Fox Searchlight fa ALMENO un filmone all'anno. Continueranno imperterriti?

              Commenta


              • #8
                io non mi preoccupo troppo del discorso "artistico", penso che per forza di cose dovranno differenziare la produzione e uscire dall´ottica di "film per famiglie"
                discorso diverso invece quello economico


                Honour to the 26s

                Commenta


                • #9
                  Da uno che ha disegnato un topo coi pantaloni quel cognome ne ha fatto strada, bisogna darne atto . Io userei il nome Disney solo come brand specifico del cinema per famiglie, dell'animazione e di tutto ciò che è legato all'idea di intrattenimento immaginato da quell'uomo e cambierei nome alla compagnia che andrà a gestire questo conglomerato gigantesco con 350 canali televisivi in tutto il mondo con tutto e il contrario di tutto come contenuti. A maggior ragione che dal 2023 Topolino, colui da cui tutto è nato non sarà più un personaggio Disney ma di proprietà di tutti è arrivato il momento di fare questo passo.Come scrivevo ieri nel post di Avatar la Disney sembra aver finito di inventare personaggi, mondi e immaginari con la stessa forza e magia del passato. E' la fine di un'era.
                  Ultima modifica di Sebastian Wilder; 15 dicembre 17, 14:30.

                  Commenta


                  • #10
                    Originariamente inviato da Uncle Scrooge Visualizza il messaggio
                    io non mi preoccupo troppo del discorso "artistico", penso che per forza di cose dovranno differenziare la produzione e uscire dall´ottica di "film per famiglie"
                    discorso diverso invece quello economico
                    Beh, dopo aver visto l'ottavo episodio di Star Wars, ne dubito assai.

                    Commenta


                    • #11
                      Il discorso lucasfilm è diverso, lì si comprò una compagnia con un catalogo parecchio ristretto proprio perché si voleva avere quello specifico brand, sempre per il discorso che Topolino, che ricordiamo ancora fa fatturare 8 miliardi di dollari l'anno, e tutta la catena di personaggi storici inizieranno nei prossimi decenni a diventare di proprietà pubblica. Quindi hanno cominciato a cercare di qua e di là prodotti specifici su cui lavorare e da fare propri, anche l'acquisto dei personaggi Marvel lo vedo un acquisto molto specifico in questa direzione. Qua invece si tratta di acquistare una enorme compagnia fatta di tanti sublivelli, declinazioni mediali diverse e così via. Come dice Uncle Scrooge è decisamente diversa la situazione, siamo più dalle parti dell'acquisizione anni fa per esempio del canale ABC che certo non trasmette solo "cose disneyane e famigliari", più acquisizioni finanziarie che non per un progetto artistico ben definito come l'andare ad acquistare la Lucas films e annunciare subito una nuova trilogia di Star Wars,
                      Ultima modifica di Sebastian Wilder; 15 dicembre 17, 14:44.

                      Commenta


                      • #12
                        Un futuro in mano al duopolio Netflix-Disney è da mani nei capelli.
                        Va beh è un processo inevitabile.
                        I grandi diventano sempre più grandi e tutto il resto soccombe o sopravvive a stento.

                        Commenta


                        • #13
                          Originariamente inviato da SE7EN Visualizza il messaggio

                          La mia preoccupazione più grande è una sola: tra tutto quello che produce e acquista, la Fox Searchlight fa ALMENO un filmone all'anno. Continueranno imperterriti?
                          La Miramax degli anni '90 era sotto l'egidia Disney, non mi sembra che non uscirono da lì bei film in quel periodo. Inclusi i film di Tarantino, quanto di più distante dal canone disneyano mi viene in mente.

                          Commenta


                          • #14
                            Leggo che hanno acquisito anche Die Hard, ma i diritti di distribuzione di quelli già esistenti oppure domattina si presentano sotto casa di Bruce Willis e Samuel L. Jackson e gli dicono "fate Die Hard 6 tipo ora e che sia come la prima trilogia"?

                            Commenta


                            • #15
                              Originariamente inviato da barbayannis Visualizza il messaggio
                              La Miramax degli anni '90 era sotto l'egidia Disney, non mi sembra che non uscirono da lì bei film in quel periodo. Inclusi i film di Tarantino, quanto di più distante dal canone disneyano mi viene in mente.
                              Infatti Deadline suppone che la Searchlight possa diventare la nuova Miramax. Ma ora come ora è solo una speculazione.

                              Un concetto sul quale Iger insiste è che "lo spettatore deve sapere cosa sta andando a vedere", da qui l'idea di differenziare Deadpool dal resto della produzione Marvel (impostata sul PG-13).

                              Applicare questo mantra su più fasce di mercato, dalle più piccole alle più grandi, è cosa buona e giusta, ma non sta scritto da nessuna parte che continueranno a comprare film difficilmente vendibili come Jackie di Larrain e ad accogliere progetti personali come The Shape of Water di Del Toro.

                              Commenta

                              In esecuzione...
                              X