annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Triple Frontier (J.C. Chandor)

Comprimi
X
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Triple Frontier (J.C. Chandor)

    Triple Frontier: le riprese in estate, ancora da confermare l’ingaggio di Mark Wahlberg

    Si svolgeranno in estate le riprese di Triple Frontier. Il progetto, lo ricordiamo, nel corso degli anni è passato in diverse mani e ha visto coinvolte varie case di produzione.



    Al film sono stati legati nomi quali Tom Hanks, Ben Affleck e Kathryn Bigelow. A oggi, I lavori sono nella mani del regista e sceneggiatore J.C. Chandor, che ha diretto 1981: Indagine a New York (A Most Violent Year). Alla produzione troviamo Netflix.

    Non sono più coinvolti, lo ricordiamo, Tom Hardy e Channing Tatum. Si è parlato, in passato, anche di un eventuale coinvolgimento di Ben e Casey Affleck. Anche questi ultimi, tuttavia, sono oggi fuori dal team di addetti ai lavori. L’ultimo aggiornamento vede un possibile ingaggio nel film di Mark Wahlberg. Tuttavia, manca ancora una conferma ufficiale.

    Quello che sembra certo è che il progetto sia destinato a entrare in produzione entro i mesi estivi. Secondo Omega Underground, i primi ciak avranno luogo il 15 maggio. Il termine delle riprese sarà invece nel mese di settembre. Per il momento, risultano confermati nel cast Pedro Pascal (Narcos), Garrett Hedlund (Mudbound), Charlie Hunnam (Sons of Anarchy) e Adria Arjona (Pacific Rim: La Rivolta). Le riprese si svolgeranno alle Hawaii nella parte nord dell’isola di Oahu, dove si sono già svolte riprese di film come Jurassic World: Il Regno distrutto e Godzilla (2014).

    La trama dello script ruota intorno al confine tra Paraguay, Argentina e Brasile, ovvero la cosiddetta “tripla frontiera”, sotto il controllo della criminalità organizzata.


    "È tutto molto complicato...". "Il Contesto è importante!".
    "È tutto perfetto nel passato. Tranne come ci ha portato al presente."


  • #2
    Chandor con A Most Violent Year aveva fatto un lavoro notevole, il passaggio a Netflix è ormai un po' preoccupante ma vediamo
    Luminous beings are we, not this crude matter.

    Commenta


    • #3
       
      "È tutto molto complicato...". "Il Contesto è importante!".
      "È tutto perfetto nel passato. Tranne come ci ha portato al presente."

      Commenta


      • #4
        schermata-2018-12-10-alle-10-10-59.png?w=1000&quality=100&strip=all&ssl=1.png
        "È tutto molto complicato...". "Il Contesto è importante!".
        "È tutto perfetto nel passato. Tranne come ci ha portato al presente."

        Commenta


        • #5
          Gran bel cast. Il trailer non è male. adoro poi Hunnam.
          firma (3).jpg

          Commenta


          • #6
             
            "È tutto molto complicato...". "Il Contesto è importante!".
            "È tutto perfetto nel passato. Tranne come ci ha portato al presente."

            Commenta


            • #7
              Stavolta spiegano la storia per bene e devo dire che è molto intrigante. Certo, l’avesse fatto la Bigelow e fosse uscito al cinema avrei un altro interesse ma spero sinceramente ne sia uscito un bel prodotto.

              Commenta


              • #8
                Bello mi ha catturato, lo vedrò sicuramente. Anche se cavoli, spero non abbiano inserito tutto il film in sto cavolo di trailer.

                Il cast mi garba parecchio.
                # I am one with the Force and the Force is with me #

                -= If You Seek His Monument Look Around You =-

                Commenta


                • #9
                  La sagra dello gnocco.

                  Commenta


                  • #10
                    Certo però in sto trailer si vede tutto il film
                    Gnocchi come se piovessero,

                    Commenta


                    • #11
                      Sembra la squadra di un film di supereroi, non ce n' è uno che non sia altamente fuckable.

                      Commenta


                      • #12
                        Il film testosteronico by Netflix formato da un cast di soli macho men sta accumulando sul web le sue prime recensioni dalla critica, sono tutte tra la sufficienza e il più che sufficiente.
                        Su Rottentoamtoes attualmente sta sul 65% mentre su Metacritic si becca un 64/100.
                        Niente di clamoroso sia chiaro, ma visti i tempi che corrono non era un dato poi così scontato.
                        Netflix dopo alcune produzioni originali di dubbio gusto sembra raddrizzare gradualmente il tiro.
                        Un pò rimane il rammarico non aver potuto vedere cosa ne avrebbe tirato fuori Kathryn Bigelow.

                        Commenta


                        • #13
                          61 metacritic; 63 rottentomatoes.
                          L' orribile Velvet Buzzsaw ha avuto la stessa accoglienza (61 metaritic; 65 rottentomatoes).

                          Commenta


                          • #14
                            Pesca a piene mani dal genere Brotherhoods, ultime missioni per riscattarsi, e così via, ma é comunque molto nostalgico di un certo cinema anni 70 alla Peckimpah. Non aggiunge nulla al genere, ma é un prodotto comunque molto valido nel suo essere asciutto e compatto senza strafare mai. Sa giocarsi bene quelle 3-4 carte e ciononostante sai che non andrà a finire bene, perché spesso in questo genere di film finisce così. probabilmente si cagheranno più questo film per il cast molto di richiamo, che un meno blasonato e validissimo Lone Surviavor; in ogni caso la regia di Chandor é sempre sul pezzo, senza virtuosismi particolari riesce comunque a tenerti incollato. ottimo prodotto da vedere tutto d'un fiato.

                            Commenta


                            • #15
                              Originariamente inviato da ryoma nagare Visualizza il messaggio
                              Pesca a piene mani dal genere Brotherhoods, ultime missioni per riscattarsi, e così via, ma é comunque molto nostalgico di un certo cinema anni 70 alla Peckimpah. Non aggiunge nulla al genere, ma é un prodotto comunque molto valido nel suo essere asciutto e compatto senza strafare mai. Sa giocarsi bene quelle 3-4 carte e ciononostante sai che non andrà a finire bene, perché spesso in questo genere di film finisce così. probabilmente si cagheranno più questo film per il cast molto di richiamo, che un meno blasonato e validissimo Lone Surviavor; in ogni caso la regia di Chandor é sempre sul pezzo, senza virtuosismi particolari riesce comunque a tenerti incollato. ottimo prodotto da vedere tutto d'un fiato.

                              Sono d'accordo, è davvero un buon film e tra l'altro uno dei pochi Netflix a non dare la sensazione di star vedendo un prodotto televisivo.

                              Commenta

                              In esecuzione...
                              X