annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

A Quiet Place - Un Posto Tranquillo (John Krasinski)

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • A Quiet Place - Un Posto Tranquillo (John Krasinski)



    Uscirà il 5 aprile A Quiet Place – Un Posto Tranquillo, l’horror diretto da John Krasinski con protagonisti lui ed Emily Blunt.

    La Paramount Pictures ha diffuso oggi un trailer finale della durata di un minuto che potete vedere qui sopra – attenzione perché entra un po’ più nel dettaglio della trama.

    Il film segue le vicende di una famiglia che vive un’esistenza isolata in una fattoria nel silenzio più assoluto, per paura di una minaccia sconosciuta che segue solo il suono e attacca non appena sente qualsiasi rumore. In questa pagina potete vedere alcune inquietanti clip che mostrano il particolare taglio del film, tutto incentrato sul silenzio.

  • #2
    A partire da una scrittura inesorabile A Quiet Place si dimostra un film dalla regia intelligente che serve benissimo uno script intelligente e dosato alla perfezione

    Commenta


    • #3
      da quello letto da varie recensioni potrebbe davvero essere la sorpresa horror 2018
      http://i.4cdn.org/m/1470533981013.gif

      Commenta


      • #4
        a me sembra già il film più sopravvalutato del 2018

        Commenta


        • #5
          Riposto qui il mio parere:

          Originariamente inviato da SE7EN Visualizza il messaggio
          Mettevo piede in sala con aspettative neutre, sono uscito con lo stesso stato d'animo. È un film di genere puro, che non prova neanche lontanamente a scavalcare la premessa di base. In un certo senso vedere i trailer, ottimi nel non svelare nulla dell'intreccio, è come aver visto il film. L'evento più drammatico previsto nella sceneggiatura si verifica nei primi 10 minuti, dopo è tutto in discesa, fino a un finale che riesci a prevedere dal minuto 15. Non c'è nulla di sorprendente e non c'è davvero niente da spoilerare, è un racconto basico dove dinamiche di genere e rapporti tra i personaggi sono ampiamente collaudati. Ne esce un'occasione sprecata che in fondo, sotto la superficie di finta pellicola d'autore che il marketing le ha cucito addosso, vuole solo essere un ordinario monster movie. E la critica americana, con la scusa del film tutto silenzi e senza dialoghi, ci è cascata in pieno.

          Se fosse andata male a Krasinski anziché a Onah, a quest'ora God Particle sarebbe nelle sale e questo invece su Netflix, spacciato come un episodio dell'universo di Cloverfield.

          Commenta


          • #6
            Sapeva molto di potenziale Cloverfield dai trailer.

            A proposito, è uscito l'ultimo:



            In un'intervista agli sceneggiatori ho letto che nella prima version dello script c'era una sola linea di dialogo.
            Luminous beings are we, not this crude matter.

            Commenta


            • #7
              Dipende cosa si intende per sopravvalutato, a me sembra un film di genere che non cerca di essere niente di "più".

              Commenta


              • #8
                Originariamente inviato da mr.fred Visualizza il messaggio
                Dipende cosa si intende per sopravvalutato, a me sembra un film di genere che non cerca di essere niente di "più".
                questo sì, ma come ha detto Se7en. ho idea che molti prenderanno i silenzi e i pochi dialoghi del film come perfetto esempio da cinema d'autore, quando il film non è nient'altro se non un semplice horror

                Commenta


                • #9
                  Non mi sembra di aver letto da nessuna parte che sia "cinema d' autore" bensì un semplice horror, non so se andare a vedere questo o Wind River il prossimo weekend.
                  Almeno riesce a creare un po' di tensione?
                  Le recensioni italiane sono positive come e più di quelle americane che si siano rincoglioniti tutti?
                  Ultima modifica di mr.fred; 03 aprile 18, 17:28.

                  Commenta


                  • #10
                    Tra una recensione e l'altra vedo che non si sono dimenticati dell'episodio Hush di Buffy come predecessore di questa operazione horror da film muto (ormai sono passati quasi 20 anni):

                    http://birthmoviesdeath.com/2018/04/...-a-quiet-place
                    Luminous beings are we, not this crude matter.

                    Commenta


                    • #11
                      Originariamente inviato da mr.fred Visualizza il messaggio
                      Non mi sembra di aver letto da nessuna parte che sia "cinema d' autore" bensì un semplice horror, non so se andare a vedere questo o Wind River il prossimo weekend.
                      Almeno riesce a creare un po' di tensione?
                      Le recensioni italiane sono positive come e più di quelle americane che si siano rincoglioniti tutti?
                      Direi Wind River, veramente un filmone.
                      Ma a me è piaciuto un sacco anche questo A Quiet Place. Come già detto un po' ovunque, un B movie dall'inizio alla fine, ma la tensione c'è e il giochino regge dall'inizio alla fine. In un periodo in cui i Thriller/Horror sono per la maggior parte, nel migliore dei casi, piuttosto idioti, questo è una piccola perla.

                      Commenta


                      • #12
                        Finirò per vederli entrambi.

                        Dopo il plauso unanime della critica sono arrivati anche i primi, clamorosi dati di incassi americani: 4,3 milioni alle anteprime di giovedì.
                        John Krasinski e Emily Blunt sono ufficialmente la nuova coppia d' oro di Hollywood altro che i Brangelina e i Vikbender.

                        Commenta


                        • #13
                          Per l'appunto agli sceneggiatori non era sfuggita la possibilità che potesse entrare a far parte del franchise di Cloverfield:

                          That was one of those things that, I guess it crossed our mind and we had spoken to our representatives about that possibility.It was weird timing, though, because when we were writing the script, 10 Cloverfield Lane was at Paramount. We were actually talking to an executive there about this film, and it felt from pitch form that there might be crossover, but when we finally took the final script in to Paramount, they saw it as a totally different movie.
                          Luminous beings are we, not this crude matter.

                          Commenta


                          • #14
                            Bryan Woods e Scott Beck - sceneggiatori di A Quiet Place - hanno rivelato di aver preso in considerazione l’idea di concepire il film di John Krasinski come un capitolo del Cloververse

                            Commenta


                            • #15


                              Ho sentito che anche Infinity War potrebbe presentare qualche sorpresa in questo senso.

                              Commenta

                              In esecuzione...
                              X