annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Bad times at the El Royale (Drew Goddard)

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • #16
    Bisogna. ..goddard è il regista dell x force

    Commenta


    • #17
      Questo si sa già quando uscirà in Italia? Mi incuriosisce assai.

      Commenta


      • #18
        Esce il 18 ottobre.

        Commenta


        • #19
          Così presto, grandioso! Grazie.

          Commenta


          • #20
            Presentato stamani a Roma:

            Commenta


            • #21
              7 sconosciuti a El Royale film presentato ufficialmente a inaugurazione Festa del Cinema di Roma 2018 da regista Drew Goddard uscita cinema 25 ottobre 2018

              Commenta


              • #22
                Visto qualche ora fa . Il migliore epigono Tarantiano da anni,termine che in questo caso non è affatto derisivo,visto che Bad Times at El Royale si conferma un film molto originale, divertente ed intelligente, capace di capovolgere le aspettative dello spettatore grazie a trovate registiche e di montaggio molto creative ed un approccio non convenzionale ai personaggi e alla trama .Trama che tiene lo spettatore costantemente sulle spine e ricca di twist /rivelazioni assolutamente imprevedibili . Un ottimo gruppo di sette coloriti personaggi interpretati da un cast perfetto, a partire dalla sorpresa Cynthia Erivo fino a Chris Hemsworth,che qui recita con gusto un ruolo molto diverso dai suoi soliti(ma neanche troppo​​​​​​).Pecca forse di un finale che ,per quanto a suo modo valido ,mi è parso un po troppo facile e convenzionale rispetto al resto del film, e la durata è giusto un tantino eccessiva e a tratti dispersiva. Poco importa comunque, ottimo film ciononostante.
                Ultima modifica di Lord casco nero; 26 ottobre 18, 01:20.

                Commenta


                • #23
                  concordo con il giudizio di sopra. Un ottimo film, forse eccessivamente lungo (140 minuti sono troppi) e con un terzo atto che si risolve nel modo più semplice possibile. Detto questo, ottima trama a incastro, ottimi interpreti che danno vita a personaggi sfaccettati e interessanti un hemsworth sublime che nonostante il poco tempo a disposizione dimostra che sa recitare e non solo fare il buffone per la marvel. Un giallo alla Agatha Christie originale e accattivante

                  Commenta


                  • #24
                    distillato di Cinema, film di personaggi riusciti ed ottimi attori, Bridges meriterebbe l'Oscar solo per la scena del dialogo sull'alzheimer con la cantante, ma alla fine sono bravi tutti e questo probabilmente va ascritto al regista
                    In qualche strana maniera noi svalutiamo le cose appena le pronunciamo. Crediamo di esserci immersi nel più profondo dell'abisso, e invece quando torniamo alla superficie la goccia d'acqua sulle punte delle nostre dita pallide non somiglia più al mare donde veniamo. Crediamo di aver scoperto una caverna di meravigliosi tesori e quando risaliamo alla luce non abbiamo che pietre false e frammenti di vetro; e tuttavia nelle tenebre il tesoro seguita a brillare immutato. (Maeterlinck)

                    Commenta


                    • #25
                      Spoiler.

                      Chiedo a chi l'ha visto: mi ha lasciato perplesso quel che commette il portiere del motel quando stava in Vietnam come cecchino infallibile, è stato colto da alienazione mentale e ha sterminato TUTTI i PROPRI commilitoni altrettanto armati? O mi è sfuggito qualcosa?

                      Commenta


                      • #26
                        in effetti quella scena potrebbe essere interpretata così, si sente una voce che gli dice "fermati" o qualcosa del genere
                        questo spiegherebbe il rimorso per aver fatto qualcosa di così orribile da non poter essere raccontata
                        In qualche strana maniera noi svalutiamo le cose appena le pronunciamo. Crediamo di esserci immersi nel più profondo dell'abisso, e invece quando torniamo alla superficie la goccia d'acqua sulle punte delle nostre dita pallide non somiglia più al mare donde veniamo. Crediamo di aver scoperto una caverna di meravigliosi tesori e quando risaliamo alla luce non abbiamo che pietre false e frammenti di vetro; e tuttavia nelle tenebre il tesoro seguita a brillare immutato. (Maeterlinck)

                        Commenta


                        • #27
                          Ok grazie. Sì qualcosa di orribile ma pure un bel pò assurda, quasi duecento ammazzati e manco stava isolato in cima ad un campanile come Zoller in Orgoglio della nazione. Comunque vabbeh, è un flashback esagerato che serve a far tracimare quasi grottescamente (ogni volta che ammazza chiede scusa in pianto...) il fardello di coscienza lurida che s'appesantisce lungo tutto il film.

                          Commenta


                          • #28
                            comunque l'attore è bravissimo, oltre ad avere una faccia che sembra tirata fuori da un fumetto, nella scena finale quando spara è perfetto
                            per me la vera sorpresa è "stivaletta", ha un viso angelico e demoniaco allo stesso tempo, potrebbe essere una miniera d'oro per il genere horror
                            In qualche strana maniera noi svalutiamo le cose appena le pronunciamo. Crediamo di esserci immersi nel più profondo dell'abisso, e invece quando torniamo alla superficie la goccia d'acqua sulle punte delle nostre dita pallide non somiglia più al mare donde veniamo. Crediamo di aver scoperto una caverna di meravigliosi tesori e quando risaliamo alla luce non abbiamo che pietre false e frammenti di vetro; e tuttavia nelle tenebre il tesoro seguita a brillare immutato. (Maeterlinck)

                            Commenta


                            • #29
                              Sì la ragazzina è agghiacciante, un vero crotalo cresciuto in seno della povera Dakota. Un bel modo di riempire la scena è quando Goddard, mentre si svolge l'interrogatorio col portiere, le fa preparare un trampolino per saltare sul lampadario e la fa oscillare fuori campo, una ninfetta leggiadra e seminatrice di morte. Chissà come Tarantino rappresenterà le ragazze di Manson.

                              Commenta


                              • #30
                                L’attore che interpreta il portiere è il figlio di Bill Pullman, l’avevo già visto recitare (bene) in Strangers 2. Che dire, un gioiello scritto in maniera divina e parecchio vicino al cinema tarantiniano. Bridges resta sempre il più figo, perfino Dakota mi ha convinto. Goddard dovrebbe girare più spesso perché ci sa fare, anche i flashback sono gestiti benissimo e non è mai una cosa scontata.

                                Commenta

                                In esecuzione...
                                X