annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

I vostri film preferiti del decennio 2010 - 2019

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Originariamente inviato da Gidan 89 Visualizza il messaggio

    Invece Birdman è già un piccolo classico. Anche qui sul forum è uno dei film più presenti tra tutte le classifiche. Boyhood al contrario, a breve non se lo ricorderà più nessuno.
    A dirla tutta già adesso non è che se lo ricordino in tanti
    Originariamente inviato da Sir Dan Fortesque Visualizza il messaggio
    Se vogliamo possiamo già aprire il topic dei migliori film del decennio (100?), che è proprio un'altra cosa.
    Anche quello sarebbe interessante. Io comunque aspetterò fine dicembre prima di fare qualsiasi classifica, visto che la seconda parte dell'anno sarà ricca di titoli promettenti

    Commenta


    • Originariamente inviato da Sir Dan Fortesque Visualizza il messaggio
      Se vogliamo possiamo già aprire il topic dei migliori film del decennio .
      ma mi sembra che già questo topic si sia trasformato da I Vostri film Preferiti del a I Migliori film del...

      Commenta


      • Per quello l'ho scritto
        Luminous beings are we, not this crude matter.

        Commenta


        • Mi piace l'idea di una riflessione su come è andato il decennio rispetto a quello precedente.

          Per quanto riguarda i blockbuster, secondo me il primo decennio del 2000 ha dato molte più soddisfazioni e varietà, mentre questo decennio è stato in parte monopolizzato dai superheromovie, in parte da revival nostalgici di franchise ultra consolidati.

          Il cinema offre comunque grandi soddisfazioni in generale: conferma di autori di vecchia data (in primis Scorsese, probabilmente), consolidamento di autori come Nolan, Tarantino, P.T. Anderson, progressiva scomparsa di altri (Fincher su tutti), appiattimento di autori come Malick o i Coen. Nomi nuovi molto promettenti come Eggers, Mitchell, Nichols, Nemes e tanti altri che sono stati detti. A proposito di nomi nuovi, voglio fare una menzione d'onore a un documentarista che ha tirato fuori due veri e propri pugni allo stomaco, Joshua Oppenheimer.


          MENZIONE D'ONORE

          Joshua Oppenheimer
          The Act of Killing e The Look of Silence sono due documentari sul genocidio dei comunisti in Indonesia. Il primo presenta, diciamo, il punto di vista dei carnefici, il secondo il punto di vista delle vitiime.

          Due opere davvero eccellenti e dal fortissimo impatto emotivo. Li consiglio assolutamente.

          Commenta


          • Originariamente inviato da loStraniero Visualizza il messaggio

            9) Sing Street, John Carney
            Io mi APPECORONO davanti a uno che cita questo film tra i migliori del decennio. Sei un grande ! Ti confesso che non appena lo fanno in qualche rassegna o cinema all'aperto corro a rivedermelo volentieri. Adoro il modo in cui John Carney (d'altronde ha un passato di musicista anche lui) ha reso le canzoni organiche alla storia , un modo di raccontare un film musicale dal quale Bohemian Rhapsody ha attinto a piene mani ( oltre a due attori presenti in entrambi i film).

            Visto che ci sono aggiungo altri miei personali guilty pleasure alla lista del decennio

            Quel fantastico peggior anno della mia vita di Alfonso Gomez-Rejon

            The Square di Ruben Östlund

            Land of mine di Martin Zandvliet

            Storia d'inverno di Akiva Goldsman

            In ordine di sparizione di Hans Petter Moland

            Frank di Lenny Abrahamson

            Shame di Steve Mc Queen

            Predestination di Michael e Peter Spierig

            Locke di Steven Knight

            Il sospetto di Thomas Vinterberg

            American Hustle di David O. Russell

            Arrival di Denis Villeneuve

            Limitless di Neil Burger

            In Time di Andrew Niccol

            The way back di Peter Weir

            Sette minuti dopo la mezzanotte di Juan Antonio Bayona

            Commenta


            • Originariamente inviato da Roger Dodger Visualizza il messaggio

              Io mi APPECORONO davanti a uno che cita questo film tra i migliori del decennio. Sei un grande ! Ti confesso che non appena lo fanno in qualche rassegna o cinema all'aperto corro a rivedermelo volentieri. Adoro il modo in cui John Carney (d'altronde ha un passato di musicista anche lui) ha reso le canzoni organiche alla storia , un modo di raccontare un film musicale dal quale Bohemian Rhapsody ha attinto a piene mani ( oltre a due attori presenti in entrambi i film)...
              Adoro Carney e mi era piaciuto anche il suo film precedente Begin Again che è stato un flop ed è un gran peccato, ci trovo nei film di questo regista irlandese sempre un gran inventiva e delle sceneggiature impeccabili. Poi in questo forum si finisce per parlare di massimi sistemi, di gente che ha fatto la storia, di valori assoluti, ma a me che me ne frega ci sono flm che non saranno un gran che, ma se a uno magari piace il sole, una spiaggia e una ruota panoramica (tanto per dire eh)...quello è il suo film e tanto basta. Così Io sono affezzionato a Cafe Society e sono certo sia una cosa irrazionale, è un film minore, non è un gran che, è di maniera, ma a me piace. Della tua lista ti prenderei a prestito almeno due...

              American Hustle di David O. Russell
              Limitless di Neil Burger

              ottimi, il primo l'ho rivisto diverse volte e non mi ha mai stancato, forse il secondo un pò si, ma è comunque un bell'adattamento.

              Invece

              In Time di Andrew Niccol

              parte da un sogetto davvero bomba e ho trovato solo uno svolgimento che perde qualcosa nella parte finale soprattutto nel ritmo e magari un castin migliore...comunque mi è piaciuto e anche quello l'ho rivisto per via di qualche passaggio su Sky...




              Commenta


              • Nonostante ci sperassi Once upon a time in Hollywood non è un film che inserirei al posto di qualcun'altro della lista che ho già postato e non lo considero ad ogni modo tra i migliori del decennio, salvo rivalutazioni che dipenderanno da visioni successive.

                Riflettendo su Tarantino gli anni '90 sono stati sicuramente un decennio che con i suoi film lui stesso ha contribuito in gran parte a definire. Con Reservoir dogs e soprattutto con Pulp fiction ha creato un genere, ripescando sì a piene mani dal passato, ma sdoganando definitivamente la narrazione non lineare e una rappresentazione della violenza quasi surreale, elementi che sono stati ripresi da tantissimi registi e film negli anni immediatamente a venire ma non solo. Jackie Brown cambiava direzione rispetto ai primi due film e per questo non fu molto apprezzato, ad oggi è l'unico film non derivante da un suo soggetto originale, ma ancor più che nei precedenti omaggiava il noir vecchio stile e soprattutto la blaxploitation.

                Gli anni 2000 sono stati dapprima una conferma con Kill Bill, che forse è il film che più di tutti rappresenta il suo amore per il cinema di ogni provenienza ed epoca così come il suo divertirsi nell'imprimere immagini su pellicola; segue quello che, sicuramente a livello commerciale, è stato il suo passo falso, per poi chiudere con Inglourious Basterds, probabilmente il film della maturità, che rappresenta anche l'inizio della fase in cui utilizza il cinema per esaltarne il potere e la capacità di creare fantasie e sogni capaci anche di modificare la Storia.

                Questi anni '10 vedono invece il suo più grande successo commerciale ad oggi, ma Django Unchained non è quell'omaggio al western che i suoi fan si aspettavano, da questo punto di vista aveva fatto di meglio nella seconda parte di Kill Bill. The Hateful Eight è probabilmente il film più cupo, pessimista e misantropo della sua filmografia, ma questa svolta che poteva sicuramente essere interessante non è sostenuta da dialoghi o personaggi memorabili, così come manca una struttura narrativa o una messa in scena rivoluzionaria come era avvenuto in alcuni dei precedenti suoi film. Once upon a time in Hollywood è invece un omaggio all'epoca del cinema in cui lui è cresciuto, ma anche in questo caso non è riuscito a essere completamente incisivo.

                In definitiva credo che in questo decennio abbia lasciato molto meno il segno rispetto a quelli passati.

                Commenta


                • Tramonto
                  Shame
                  Un Gelido Inverno
                  La Vita di Adele
                  Interstellar
                  Mektoub, My Love - Canto Uno
                  Mad Max: Fury Road
                  Il Lato Positivo
                  Mommy
                  Zero Dark Thirty
                  The Social Network
                  The Tree of Life
                  Djanho Unchained
                  Una Separazione
                  The Wolf of Wall Street
                  Personal Shopper
                  La La Land
                  The Master
                  Faust
                  Il Sospetto
                  Birdman
                  Ultima modifica di MrCarrey; Ieri, 01:30.

                  Commenta

                  In esecuzione...
                  X