annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Il cinema italiano di oggi: pregi e difetti

Comprimi
X
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Bruno secondo me ha esordito con una commedia migliore di tante altre del periodo (nessuno mi può giudicare) ma poi non ne ha azzeccato uno di film

    Commenta


    • Nessuno mi può giudicare piace anche a me (scoop) è un buon esempio di commedia romantica (genere in via di estinzione).
      Alla fine basta indovinare un film una volta nella vita e sei a posto per il resto dei tuoi giorni.

      Commenta


      • Alo è entusiasta.a sto punto credo la verità stia nel mezzo

        Commenta


        • Vabbè, Alò ha scelto una linea politica ben precisa. Per difendere a spada tratta il cinema dei Vanzina sta facendo passare Il cielo in una stanza come Quarto Potere, suvvia Alla fine comunque non è che Massimiliano Bruno faccia del cinema trash, sia chiaro. Io lo odio cinematograficamente parlando perché è uno degli esponenti di questa nuova commedia italiana borghesissima, dove tutto è edulcorato ed autocelebrativo, le battute devono essere simpatiche (vedi quella de "il pulcino Pio" ad esempio) ma non troppo graffianti o troppo volgari e dove non c'è neanche il minimo tentativo di dire realmente qualcosa e di fare arte, ma solo di sfornare un prodotto "carino". Ecco, col termine "carino" (che odio) non posso che sintetizzare al meglio ciò che penso di questo tipo di cinema, dove ovviamente Bruno è in buona compagnia di gente come Brizzi e Genovesi, giusto per dirne un paio.
          "Un Cinema che non pretende, semplicemente è" cit. Roy.E.Disney

          Commenta


          • Nella sua recensione Niola si è messo a fare l' apologia di Frank Matano ossia del nulla cosmico.
            Ovviamente il film è "pieno di buona volontà e motivi di interesse ma non trova la chiusa e si perde per strada".
            Solite parole di incoraggiamento per definire la solita insulsa commediola italiana buona per la prima serata di Rai1.
            ​​​​​​Mamma mia.

            Commenta


            • ieri ho visto i moschettieri, che mi era stato magnificato da amici e colleghi come film da sbellicarsi dal primo all'ultimo minuto

              ne io ne la mia amica abbiamo riso, mai, neanche una volta

              la gggente si accontenta di poco

              In qualche strana maniera noi svalutiamo le cose appena le pronunciamo. Crediamo di esserci immersi nel più profondo dell'abisso, e invece quando torniamo alla superficie la goccia d'acqua sulle punte delle nostre dita pallide non somiglia più al mare donde veniamo. Crediamo di aver scoperto una caverna di meravigliosi tesori e quando risaliamo alla luce non abbiamo che pietre false e frammenti di vetro; e tuttavia nelle tenebre il tesoro seguita a brillare immutato. (Maeterlinck)

              Commenta


              • La mia impressione è che certi film facciano ridere e vengano apprezzati solo se visti durante le feste di Natale e Capodanno sotto l' effetto di una qualche psicosi collettiva.
                Il Testimone Invisibile lo hai visto? Da mani nei capelli.

                Commenta


                • Non ci resta che il crimine riceve un buon numero di recensioni positive anche dai siti indipendenti che di slito seguo. Certo non sarà un filmone ma sembra essere un buon cinema d'intrattenimento. Insomma diciamo che di sicuro non è un film entusiasmante come dice Alo, ma nemmeno la stroncatura di quei 2-3 critici radical chic coem Anselmi (che tra l'altro ha della ruggine che va sul eprsonale con il cinema italiano)

                  Commenta


                  • Originariamente inviato da mr.fred Visualizza il messaggio
                    La mia impressione è che certi film facciano ridere e vengano apprezzati solo se visti durante le feste di Natale e Capodanno sotto l' effetto di una qualche psicosi collettiva.
                    Il Testimone Invisibile lo hai visto? Da mani nei capelli.
                    si l'ho visto, il vero punto debole del film sono il personaggio di Scamarcio e le sue motivazioni che non stanno in piedi, la storia dell'avvocato uno la potrebbe anche accettare nell'ottica di sospensione dell'incredulità
                    però come attori il film non è male, a parte Bentivoglio che è troppo superiore agli altri, ma mi è piaciuta molto la Leone nella caratterizzazione dark lady, potrebbe essere la eva green italiana
                    In qualche strana maniera noi svalutiamo le cose appena le pronunciamo. Crediamo di esserci immersi nel più profondo dell'abisso, e invece quando torniamo alla superficie la goccia d'acqua sulle punte delle nostre dita pallide non somiglia più al mare donde veniamo. Crediamo di aver scoperto una caverna di meravigliosi tesori e quando risaliamo alla luce non abbiamo che pietre false e frammenti di vetro; e tuttavia nelle tenebre il tesoro seguita a brillare immutato. (Maeterlinck)

                    Commenta


                    • Se venisse diretta da un vero regista in un vero film potrebbe essere valorizzata, certo. La storia del cinema italiano è piena di attrici selezionate solo ed esclusivamente sulla base del loro aspetto fisico e che sono diventate grandi star ricoprendo ruoli da protagoniste in conclamati capolavori per puro caso (e sottolineo: per puro caso).
                      Io la trovo tanto bella quanto drammaticamente sprovvista di naturale carisma e preparazione tecnica.
                      E non sono certo i filmetti e le fiction televisive in cui recita che la faranno crescere.
                      Ultima modifica di mr.fred; 10 gennaio 19, 17:05.

                      Commenta


                      • Originariamente inviato da mr.fred Visualizza il messaggio
                        La mia impressione è che certi film facciano ridere e vengano apprezzati solo se visti durante le feste di Natale e Capodanno sotto l' effetto di una qualche psicosi collettiva.
                        Il Testimone Invisibile lo hai visto? Da mani nei capelli.
                        Se devo vedere qualcosa mi vedo l'originale e bellissimo "contrattempo " e non il remake italiano
                        "Non discutere mai con un idiota: la gente potrebbe non notare la differenza"

                        Commenta


                        • Settimana prossima voglio andare a vedere " non ci resta che il crimine "
                          "Non discutere mai con un idiota: la gente potrebbe non notare la differenza"

                          Commenta


                          • Fino al 30 niente cinema italiano per me.

                            Commenta


                            • Originariamente inviato da Gidan 89 Visualizza il messaggio
                              Vabbè, Alò ha scelto una linea politica ben precisa. Per difendere a spada tratta il cinema dei Vanzina sta facendo passare Il cielo in una stanza come Quarto Potere, suvvia Alla fine comunque non è che Massimiliano Bruno faccia del cinema trash, sia chiaro. Io lo odio cinematograficamente parlando perché è uno degli esponenti di questa nuova commedia italiana borghesissima, dove tutto è edulcorato ed autocelebrativo, le battute devono essere simpatiche (vedi quella de "il pulcino Pio" ad esempio) ma non troppo graffianti o troppo volgari e dove non c'è neanche il minimo tentativo di dire realmente qualcosa e di fare arte, ma solo di sfornare un prodotto "carino". Ecco, col termine "carino" (che odio) non posso che sintetizzare al meglio ciò che penso di questo tipo di cinema, dove ovviamente Bruno è in buona compagnia di gente come Brizzi e Genovesi, giusto per dirne un paio.
                              sottoscrivo ogni sillaba, ogni lettera

                              Commenta


                              • Atlantide cosa ne pensi del nuovo grande successo di Nicola Guaglianone? A poche settimane dall' uscita di La Befana Vien di Notte un altro suo film si trova a dominare la classifica del box office italiano.

                                Commenta

                                In esecuzione...
                                X