annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Bohemian Rhapsody

Comprimi
X
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • bah, in fondo è tutto una questione di aspettative. Francamente faccio un po' fatica a capire cosa molti di voi si aspettavano da un film hollywoodiano sui Queen prodotto dai Queen. Cosa se non questo. Preso per quello che è (ovvero un prodotto mainstream su una grande icona del rock tirato a lucido per piacere al maggior numero di spettatori possibile) è una pellicola tutto sommato gradevole, le canzoni sono belle e stimolano un forte effetto nostalgia. Mercury appartiene al costume e alla cultura pop, un personaggio straripante e controverso ma generalmente amato in modo unilaterale, la cui straordinaria voce e le inconfutabili capacità di showman a tutto tondo non possono che mettere d'accordo tutti, ma proprio tutti. A meno che non si sia ipocriti. E quindi ? Prendiamolo per quello che è, alla fine ho visto biopic peggiori di questo. Se non altro ha avuto il merito di riaccendere i riflettori sulle canzoni dei Queen, di farle conoscere ai giovanissimi o di provocare un piacevole tuffo nei ricordi per i più maturi. Grazie alle hits di Freddie & co. ed alla buona interpretazione mimetica di Malek, i 20 minuti finali sono tutti da godere. Io quel concerto lo ricordo bene, purtroppo non ero presente in loco ma ne vidi una buona parte in televisione.

    Se poi in questo film si cercava verità, profondità, psicologia, affresco storico o altre analisi di sorta, è chiaro che si è sbagliato "palazzo". E non di poco.

    Io mi aspettavo grosso modo quello che ho visto, quindi mi sono goduto le canzoni e l'energia di diverse scene sul palco
    Ultima modifica di David.Bowman; 12 febbraio 19, 20:22.
    "E' buffo come i colori del vero mondo diventano veramente veri soltanto quando uno li vede sullo schermo"

    Commenta


    • A parte le canzoni dei Queen (fossero almeno al 100% con la voce di Mercury, neanche ..) e un montaggio magistrale, il resto è proprio il nulla assoluto. Alcune cose sono pure imbarazzanti, tipo il conflitto tra Mercury e il padre, abbozzato all'inizio in due battute e ripreso solo alla fine con la storia del "vado a cantare gratis per l'Africa". E Malek in versione Tale e quale show l'ho trovato mediocre. Cioè, in linea di massima non siamo noi a criticare troppo il film , è il resto del mondo che lo sta elogiando - e premiando - ben oltre le sue reali qualità.
      https://www.amazon.it/Dario-Argento-...+il+suo+doppio Il mio saggio sul cinema di Dario Argento.

      "Un Cinema che non pretende, semplicemente è" cit. Roy.E.Disney

      Commenta


      • ma il "resto del mondo" non è fatto da cinefili, quelli stanno tutti qui dentro

        francamente credo che nessuno si aspettasse incassi del genere, ma per me il merito principale risiede nelle canzoni, nel carisma intramontabile della figura di Mercury e nella buona confezione del prodotto che è stato studiato con cura per piacere a tanti. Tutti i miei colleghi ne parlano come se fosse il film del decennio, ma tutto dipende da cosa sei abituato a vedere, da cosa è il cinema per te e da quello che cerchi in un film. Vedrete che adesso si scateneranno con i biopic musicali, ad esempio l'altro giorno pensavo a David Bowie ...
        "E' buffo come i colori del vero mondo diventano veramente veri soltanto quando uno li vede sullo schermo"

        Commenta


        • Sasha Baron Cohen che fa Frank Zappa...

          Commenta


          • Il prossimo dovrebbe essere Janis Joplin con Michelle Williams.
            Ultima modifica di mr.fred; 12 febbraio 19, 23:22.

            Commenta



            • Se il metro di giudizio di questo film è quello del suo successo commerciale, cioè dell'idea che sia fatto per farsi piacere a più gente possibile allora si è un capolavoro, ma...tenderei a giudicarlo come tutti gli altri film ed è quindi criticabile.

              Malek ha un viso piccolo a differenza di Freddie Mercury per cui avrei evitato di farlo andare in giro con un sorta di bozzo che voleva fare effetto mimesi, ma creava una sorta di caricatura. A me ha dato molto fastidio. Sulle somiglianze specifiche non mi pronuncio. Non ho alcuna simpatia o antipatia per Mercury, non lo conosco e basta. Rispetto comunque la loro musica, pur non essendo un appassionato (per usare un eufemismo).e non mi ha convinto l'idea di utilizzare un cantante che facesse delle cover (la differenza si sentiva)...in ultimo ho trovato poi detestabile e ruffiana la scena finale del concerto e troppe cose abbozzate, come il rapporto con il padre, anzi... tutto è stato volutamente abbozzato per lasciare spazio alla musica. Certo non mi aspettavo il protolatino, ma insomma... Hanno stroncato la sceneggiatura di Sorkin per Jobs (che era un ottimo film, girato magistralmente da Boyle) e questa invece che pareva più una scusa per far sentire le canzoni dei Queen è stata praticamente eletta a capolavoro...ma andiamo...l'unico al di sopra della media qui è Singer, il resto no e infatti è piaciuto a tanti, se non a tutti. Così vanno le cose.

              Rircodo ancora quella voce di decadi fa, a cui non ho mai creduto, secondo la quale Tarantino voleva girare un biopic su Jimi Hendrix. Quanto mi piacerebbe uno fatto bene su Jimi, ma allo stesso tempo ne avrei paura...

              Commenta


              • Un film su Zappa? Dove si firma?
                Originariamente inviato da David.Bowman Visualizza il messaggio
                Vedrete che adesso si scateneranno con i biopic musicali, ad esempio l'altro giorno pensavo a David Bowie ...
                Già è in cantiere ed hanno scelto ufficialmente il protagonista, solo che al momento la famiglia non vuole dare l'approvazione e quindi concedere l'uso della musica di Bowie... e questo sarebbe un problema non da poco.

                Commenta


                • Originariamente inviato da loStraniero Visualizza il messaggio
                  Se il metro di giudizio di questo film è quello del suo successo commerciale, cioè dell'idea che sia fatto per farsi piacere a più gente possibile allora si è un capolavoro, ma...tenderei a giudicarlo come tutti gli altri film ed è quindi criticabile.

                  Malek ha un viso piccolo a differenza di Freddie Mercury per cui avrei evitato di farlo andare in giro con un sorta di bozzo che voleva fare effetto mimesi, ma creava una sorta di caricatura. A me ha dato molto fastidio. Sulle somiglianze specifiche non mi pronuncio. Non ho alcuna simpatia o antipatia per Mercury, non lo conosco e basta. Rispetto comunque la loro musica, pur non essendo un appassionato (per usare un eufemismo).e non mi ha convinto l'idea di utilizzare un cantante che facesse delle cover (la differenza si sentiva)...in ultimo ho trovato poi detestabile e ruffiana la scena finale del concerto e troppe cose abbozzate, come il rapporto con il padre, anzi... tutto è stato volutamente abbozzato per lasciare spazio alla musica. Certo non mi aspettavo il protolatino, ma insomma... Hanno stroncato la sceneggiatura di Sorkin per Jobs (che era un ottimo film, girato magistralmente da Boyle) e questa invece che pareva più una scusa per far sentire le canzoni dei Queen è stata praticamente eletta a capolavoro...ma andiamo...l'unico al di sopra della media qui è Singer, il resto no e infatti è piaciuto a tanti, se non a tutti. Così vanno le cose.

                  Rircodo ancora quella voce di decadi fa, a cui non ho mai creduto, secondo la quale Tarantino voleva girare un biopic su Jimi Hendrix. Quanto mi piacerebbe uno fatto bene su Jimi, ma allo stesso tempo ne avrei paura...
                  come non quotare
                  un buon prodotto per la massa, decisamente impacchettato nella maniera più furba possibile, giocando con la musica dei Queen sono stati soppressi (letteralmente, anche dal montaggio che insisteva più sulla musica che sulla storia) tutti i difetti del film
                  mi ha dato tremendamente fastidio avere le cose buttate a metà che tanto poi arrivava la canzone dei Queen a far dimenticare tutto, pazzesco poi che la cocaina (per dire) sia spuntata praticamente solo una volta (a fine film tra l'altro) quando basta informarsi un attimo per sapere che era un elemento abbastanza imprescindibile per la spirale di euforia che ha accompagnato Freddie nella sua vita nascosta, cioè non sto affermando che fosse un drogato e non ne pretendevo nemmeno un'esplorazione totale visto che il film cerca di essere per tutti, ma almeno dare la giusta importanza alle cose, qua invece si mette la brillantina sopra tutti i problemi, alla fine se visto solamente come un film celebrativo sui Queen e basta riesce nel suo intento, i giovani di adesso alla fine li hanno riscoperti facendo schizzare le vendite e gli ascolti come non capitava da tempo, penso che fosse questo l'intento principale di May e soci più che raccontarsi intimamente, e ci sono tremendamente riusciti

                  poi che debbano fare ogni volta i parachiuli e santarellini è un altro discorso

                  Commenta


                  • Originariamente inviato da Admiral Ackbar Visualizza il messaggio
                    Un film su Zappa? Dove si firma?

                    Già è in cantiere ed hanno scelto ufficialmente il protagonista, solo che al momento la famiglia non vuole dare l'approvazione e quindi concedere l'uso della musica di Bowie... e questo sarebbe un problema non da poco.
                    per questo genere di film si è capito che la MUSICA è fondamentale

                    questo film potrebbe lanciare una nuova moda sui biopic musicali, meno intimi ma più celebrativi e concentrati solamente sulla musica più che sul personaggio\i

                    Commenta

                    In esecuzione...
                    X