annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Suspiria (2018)

Comprimi
X
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Mmmh, forse. Anche se mi piaceva l'idea che ci fosse una simultaneità tra morte della madre e Rivelazione della Madre... Mi chiedo il motivo per cui la stessa attrice interpreta la madre di Susie e "The Death", è affascinante l'idea che la bigotta sia condannata ad incarnarsi in figura demoniaca.

    Commenta


    • E crudele che Susie si imponga in tal senso.

      Commenta


      • Interpretazione affascinante peccato che sia necessario controllare IMDB per fare il collegamento.
        Nessuno degli amici con cui l' ho visto si è accorto che il vecchio non era un vecchio e men che meno che fosse la Swinton celata sotto due dita di lattice.
        Complimenti al makeup artist.
        Ultima modifica di mr.fred; 10 gennaio 19, 17:28.

        Commenta


        • E non sono convinto che lei prenda coscienza di sé solo alla fine, era una serpe in seno fin dall'inizio. Infatti quando spia le streghe che hanno ipnotizzato i detective e si prendono gioco del bigolo del ciccio lei fa un sorriso di simpatia, in piena consapevolezza mi pare. Lei prima di svelarsi desidera approfondire il rapporto con Madame Blanche, la seduce e la mette in crisi spronandola a mettere in discussione la sua coreografia e le sue teorie in vista di un futuro diverso assetto.

          Commenta


          • Interessante. Urge doppia visione.

            Commenta


            • Anche i sogni che Susie fa e che sembrano ispirati da Madame Blanche, sono abbastanza astratti da sospettare che sia una forma di arcana comunicazione in due sensi.

              Commenta


              • Originariamente inviato da Bone Machine Visualizza il messaggio
                E non sono convinto che lei prenda coscienza di sé solo alla fine, era una serpe in seno fin dall'inizio. Infatti quando spia le streghe che hanno ipnotizzato i detective e si prendono gioco del bigolo del ciccio lei fa un sorriso di simpatia, in piena consapevolezza mi pare. Lei prima di svelarsi desidera approfondire il rapporto con Madame Blanche, la seduce e la mette in crisi spronandola a mettere in discussione la sua coreografia e le sue teorie in vista di un futuro diverso assetto.
                Infatti Susie sa bene chi è, recita solo la parte della studentessa adatta per far saltare fuori la Markos, entrare nel covo di streghe e interrompere il rito.* ​​​​​​​Sono meno convinto sui sogni a due sensi.*

                Commenta


                • Diabolica Susie. Se avevo un dubbio me lo avete fugato (però sembrava davvero tormentata dai propri incubi).
                  I francesi lo hanno disintegrato come ve lo spiegate?

                  http://www.allocine.fr/film/fichefil...lm=138600.html
                  Ultima modifica di mr.fred; 10 gennaio 19, 17:51.

                  Commenta


                  • Originariamente inviato da mr.fred Visualizza il messaggio
                    Il sabba finale è ... un sabba di streghe grottesco e fuori di testa esattamente come dev' essere. Fin dall' inizio si gioca con l' alto e col basso come sempre nel cinema di Guadagnino. Per me una gran ficata e il climax perfetto. Quando la luce vira al rosso, balzando fra passato e presente, e la rivelazione prende forma mi è venuta la pelle d' oca.
                    Prendiamo The Witch il raffinato e acclamatissimo horror antropologico uscito qualche anno fa: per due ore ti fanno vedere e non vedere e alla fine ti mostrano la cosa per quello che è ovvero ragazze nude che ballano e fluttuano intorno a un falò. Quello sì e questo no? Perché?
                    Perché abbraccia un genere: quello nasce come horror e muore da horror; horror forse d'autore, ricercato, ma sempre di horror si tratta e chiude coerentemente. Guadagnino é riluttante all'horror, traspare molto. ci infila tanta roba masturbatoria che lo attizza particolarmente e rimane comunque sul metaforico, l'impalpabile, e così doveva chiudere. Invece mette da parte la raffinatezza e il tocco metaforico della parte iniziale per lasciarsi andare a finali grotteschi che non sono coerenti con il tono intrapreso inizialmente. Poi aò, il film é sempre interessante seppur con più di qualche riserva. Mai più azzeccata l'uscita "ad avercene di certi film" quindi figuriamoci. Ma lui mi rimane indigesto comunque, nonostante apprezzi la sua tecnica e la sua perizia.
                    Ultima modifica di ryoma nagare; 10 gennaio 19, 19:33.

                    Commenta


                    • Metaforico e impalpabile? L' incantesimo che riduce Olga a un origami di viscere e ossa avviene nella prima parte del film. Scena stupenda.
                      E' un film sofisticato ma quando c' è da sporcarsi le mani non si tira indietro e va fino in fondo.

                      Commenta


                      • Visto . Film Enorme , fatto con un filo di presunzione probabilmente , ma fatico a capire il Flop .
                        Ambizioso , Angosciante , forse un filo arzigogolato . Ma tanta qualità .

                        Commenta


                        • Facile capire il flop. Non ha alcun elemento che vada a favore del pubblico.

                          Commenta


                          • Almeno in Italia, con la giusta promozione e distribuzione, due lire le poteva fare.
                            Sorrentino non fa un cinema meno "noioso e pretenzioso" di questo eppure il suo pubblico ce l' ha e meno di quattro/cinque milioni non li incassa mai.
                            Proprio un peccato.
                            Ultima modifica di mr.fred; 10 gennaio 19, 21:18.

                            Commenta


                            • c'è da dire che Sorrentino è dal 2008 che ha iniziato a farsi un nome importante presso anche il pubblico generalista. Guadagnino si è fatto conoscere solo l'anno scorso con "Chiamami col tuo nome", prima quando parlavo di "A Bigger Splash" o "I am Love" tutti mi guardavano con sguardo vacuo e per spiegargli chi era Guadagnino dovevi dire "quello di Melissa P." . Comunque spiegabilissime le ragioni del flop: tra l'ostracismo dei fan dell'originale, tra la durata, tra le programmazioni dei cinema che non aiutano il pubblico permettendo loro di andare a un orario decente

                              Commenta


                              • Sorrentino è ostracizzato in Italia, ma è da I am love che all'estero, in America soprattutto, è parecchio considerato.
                                Certo, il boom dell'anno scorso fa storia a sè.

                                Commenta

                                In esecuzione...
                                X