annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Spider-Man: Homecoming

Comprimi
X
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Originariamente inviato da John Crimes Visualizza il messaggio
    è vero che il personaggio di Toomes aveva le sue certe ragioni condivisibili e che non è giusto che i protagonisti non ci facciano nemmeno caso. Ma è vero, piuttosto, quello che dici tu Sensei, cioè che si esce dalla sala con un insegnamento morale reazionario? Seconso me no. Perché semplicemente gli eroi, Iron Man e Spider-Man, non hanno mai la consapevolezza di quello che sta succedendo, anzi, l'unico che nel film ha capito tutto e dimostra di aver capito tutto è proprio Toomes, personaggio che esce dal film ancora impeccabile con la scena dopo i titoli di coda, che non ha mai davvero torto a differenza di Spider-Man e di Iron Man. E proprio Stark nel corso del film viene definito "mafioso". L'ingenuo Spider-Man non conosce per niente la storia di Toomes, e proprio per questo il film non è reazionario. Se Spider-Man avesse conosciuto le ragioni di Toomes e l'avesse comunque fatto arrestare allora sì, il film sarebbe stato piuttosto reazionario.
    Beh alla fine nel loro ultimo confronto se non ricordo male Toomes le cose (credibilmente o meno per Spidey che lo ascolta… mentre lui parla parla… … per preparargli l’agguato…) gliele spiega… ma il punto non cambia lo stesso: il senso di rivendicazione reazionaria è inserito, gli è data parola ed è per quanto possibile pure umanamente giustificato… ma non giustificato fino in fondo: l’‘idealismo del bianco e del nero’ – la visione da ‘ boy scout’ - viene comunque messo giustamente prima, e chi vuol vivere nel ‘grigio’, magari mantenendo il suo appartato 'profilo basso' (lo stesso Toomes furbescamente la rivoluzione... non la voleva fare! Era un 'comunista'... che come tutti i comunisti in fondo... voleva mantenere saldamente in pugno il suo personale capitale! )... alla fine altrettanto giustamente – se non morirà – almeno finirà in carcere; ma non è repressione del reazionario questa… è solo giustizia, ‘dura lex sed lex’...
    Ultima modifica di ericrap; 15 luglio 17, 15:01.
    "Everything that has a beginning has an end, Neoric"

    "E' la vita mia: mille occhi, una foresta, una giostra di periferia"

    Commenta


    • Originariamente inviato da hulkdog Visualizza il messaggio
      Mi manca di vedere il film , quindi ipotizzo cazzeggiando ,senza avere cosi' tanti elementi ....ma vi chiedevo;
      sembra cosi' tanto importante la figura di Stark ?
      Senza spoiler sarebbe gradito.
      Abbastanza.

      Commenta


      • sensei le tue analisi sono interessanti ma spesso troppo catastrofistiche e melodrammatiche

        Commenta


        • Originariamente inviato da The Inquisitor Visualizza il messaggio

          Abbastanza.
          la ringrazio

          Commenta


          • Sappiamo che il motto preferito da molti comunisti nostrani (ma anche da quelli di altri paesi, URSS in primis) purtroppo era " Ciò che è mio è mio, ciò che tuo è mio" e quindi la rivoluzione era un mero specchietto per allodole per abbindolare il proletariato; però comunque sia, non mi pare di aver accennato nè alla rivoluzione e nè al comunismo, associando tali termini al personaggio di Keaton.
            Ho definito quest'ultimo e la sua banda, esponenti della classe lavoratrice al massimo (cosa che sono a dire il vero). Tra l'altro stando al film, Stark definisce Spiderman eroe della classe operaia (sigh...).

            Originariamente inviato da Atlantide Visualizza il messaggio
            sensei le tue analisi sono interessanti ma spesso troppo catastrofistiche e melodrammatiche
            Melodrammatiche mai nessuno l'aveva usato come termine XD.

            Commenta


            • Sappiamo che il motto preferito da molti comunisti nostrani (ma anche da quelli di altri paesi, URSS in primis) purtroppo era " Ciò che è mio è mio, ciò che tuo è mio" e quindi la rivoluzione era un mero specchietto per allodole per abbindolare il proletariato;
              la rivoluzione era nata "pura " nelle idee come tante altre rivoluzioni ....poi c'è l'uomo e le sue brame

              Commenta


              • Già... Il problema è sempre la natura umana, se non la modifichi o ingentilisci, sei destinato sempre a fallire. Un conto è scrivere il Manifesto e il Capitale (avendo alcune lacune in taluni passaggi che sono più dati per assodato che effettivamente verificabili), un conto la realtà.


                Comunque io non ho visto nel film il messaggio che non bisogna crescere in fretta. Anzi... Il comportamento di Peter Parker mi è sembrato quello di un immaturo che vuole apparire e basta... questo non è voler crescere in fretta per me... senza contare che se il messaggio è quello che dite... non mi sembra positivo.

                Commenta


                • Film visto questo pomeriggio. Non male, ma non certo un capolavoro. Holland se la cava, ma continuo a preferire i due precedenti Spiderman. Prima parte un po' noiosetta, forse perché doveva dare allo spettatore l'idea della noia che prova Peter nel fare l'amichevole Spiderman di quartiere dopo avere partecipato alla guerra civile degli Avengers. I comprimari sono simpatici, ma nulla a che vedere con Mary Jane, Gwen Stacy ed Harry Osborn dei film precedenti.
                  Poi ci sono alcune cose che non mi spiego. Non so se ne avete già parlato, perché non ho avuto tempo di leggere gli altri commenti. Quindi vi chiedo scusa in anticipo.
                  Spoiler! Mostra

                  Commenta


                  • Ho visto il film, finalmente, stavolta devo dire che qualcosa (un minimo) di sociale l'ho visto anche io, e si ricollega a quello che sembra a me essere il messaggio del film: tutto il film ci presenta un Peter distaccato che fa quel che fa perché spera di essere un Avenger, spera di essere chiamato, mentre invece piano piano torna con i piedi per terra, forse addirittura la vicenda di Toomes lo colpisce, e resta a fare l'eroe di quartiere, che si occupa della piccola criminalità, dei soprusi degli innocenti esposti alla malvagità degli uomini, tutte cose di cui gli Avengers non si occupano, forse Antman al massimo. È un diverso modo di vare l'eroe, non meno importante.

                    Preso atto che mi tocca accettare l'atmosfeera liceale, il film scorre veloce, ma il difetto principale è nel ritmo, è sempre lo stesso, non cambia mai in nessuna circostanza, è come salire su un TAV diretto, idealmente, che una volta in moto arriva a destiazione senza scossoni.

                    Persino la citazione dell'episodio 35 ne risente, cosi sembra che manchi un po' di cuore, peccato perché per ol resto non è male.

                    Due cose in base a commenti precedenti, le scene d'azione sono un po' confuse, passi la prima che registicamente cerca di farci capire il punto di vista sorpreso e spaventato di Peter, ma poi si esagera.

                    Effettivamente troppo Stark, anche se la rimarvelizzazione funziona, sembra che non sia mai stto lontano da casa.
                    Ultima modifica di StoneAngel; 17 luglio 17, 00:08.

                    Commenta


                    • Per me è stata un'inaspettata sorpresa.
                      Spider-man si integra perfettamente nell'universo Marvel e non da mai l'idea di essere stato inserito a forza. Per alcuni tratti ho addirittura sentito la freschezza dei Guardiani, grazie all'ambientazione più intima di una scuola e di un quartiere, così lontana dallo spazio in cui si muovono solitamente gli altri eroi. Poi chiaramente arrivano i collegamenti, riaffiora la prevedibilità di fondo e si perde questa "magia", ma tutto è funzionale. In particolare la presenza di Tony per me funziona benissimo, così come l'umorismo. Contribuisce tantissimo a portarci in quest'atmosfera liceale dove i problemi più importanti sono la gara di scienza e il ballo di fine anno. Anzi, era da tempo che non trovavo battute così azzeccate (esclusi i Guardiani). [Tony in collegamento dall'India] [Non potevo perdere uno studente...di nuovo...] [Stavo guardando un....
                      Spoiler! Mostra
                      ]

                      Anche io prima della visione avevo chiesto lumi sulla questione Captain America. Ho fatto caso che quando mostrano il primo video, l'insegnante dice che anche se è un "ricercato" (o qualcosa di simile), sono obbligati a mostrare i suoi video. Immagino che abbiano risolto il caso in questo modo
                      Ultima modifica di Andy; 17 luglio 17, 11:10.

                      Le mie recensioni sul blog:
                      Guardiani della galassia Vol. 2 - Alien: Covenant - La mummia
                      Hemingway una volta ha scritto: "Il mondo è un bel posto e vale la pena lottare per esso." Condivido la seconda parte.

                      Commenta


                      • No, non "ricercato", mi pare dicesse "criminale"...

                        Commenta


                        • Ho avuto modo di vederlo..

                          Che film scialbetto... sono rimasto davvero deluso da sto filmetto. Più di quanto immaginassi.

                          lo annovero tra i peggiori marvel.. banale, scontato, noioso, bambinesco, politically correct nel midollo.. cgi a livelli di 8 anni fa e una sensazione frustrante di vedere uno spin-off di Iron Man, anzi di vedere la storia di Spidey rimaneggiata con personaggi che sembrano usciti fuori da qualche fanmade.. con una forzatura incessante nel rendere spidey in un contesto gggiovanile del 2017. Ci si lamentava tanto della poca fedeltà ai fumetti, ma tolta la parte "logorroica" di questo Spidey cosa è rimasto dei fumetti?

                          2 ore e passa di "wooow che figata", "che figo!", "da paura", "oooh", "figo!", "che spettacolo!", "oh cacchio!", "fighissimooo!", "bella zio!"

                          tutto il bello che avevo visto dello spidey di Civil War (in sintesi, quella sua apparizione è l'unico motivo per cui salvo la scena inutile e stupida dell'aeroporto) qui si è disgregato.

                          Non dico che sia il peggior film su spidey, perché i due Amazing (soprattutto il secondo) sono delle cagate mostruose.. ma indubbiamente preferivo l'attore di amazing a questo monolite inespressivo di Holland, che tra l'altro ho trovato pure bassino per la parte.

                          tra questo e i 2 thor e hulk, c'è davvero l'imbarazzo della scelta per fare una classifica al contrario dei più brutti film del MCU.
                          non ci metto ant-man nella, perché nonostante tutto quel film è uscito godibile.. ma per me è quasi una certezza che più si va avanti con le fasi marvel e più la qualità si sta assestando a livelli un po' bassini.

                          Speriamo che Thor 3 mi sorprenda e che il prossimo Avengers rimetta le cose al suo posto.
                          # I am one with the Force and the Force is with me #

                          -= If You Seek His Monument Look Around You =-

                          Commenta


                          • Originariamente inviato da Sensei Visualizza il messaggio
                            Sappiamo che il motto preferito da molti comunisti nostrani (ma anche da quelli di altri paesi, URSS in primis) purtroppo era " Ciò che è mio è mio, ciò che tuo è mio" e quindi la rivoluzione era un mero specchietto per allodole per abbindolare il proletariato; però comunque sia, non mi pare di aver accennato nè alla rivoluzione e nè al comunismo, associando tali termini al personaggio di Keaton.
                            Ho definito quest'ultimo e la sua banda, esponenti della classe lavoratrice al massimo (cosa che sono a dire il vero). Tra l'altro stando al film, Stark definisce Spiderman eroe della classe operaia (sigh...).
                            Diciamo che Spidey è l’eroe della classe operaia ‘made in U.s.a.’ (Springsteen) che ha infine superato tutti i test… cioè proprio grazie alla sua semplicità da ‘boy scout’ non ha abboccato allo specchietto delle allodole né dell’ideologia comunista (Avvoltoio) né di quella capitalista (Stark) - che poi in vero sono solo due facce della stessa medaglia… - e così se ne resta a cambiare il mondo… del suo quartiere.
                            Dietro il “comunismo”… c’è (da) sempre il capitalismo, dietro le ‘rivendicazioni operaie’ c’è comunque un avvoltoio che vuole far soldi… così come, all’inverso, dietro il vecchio Cap vestito a stelle e strisce, dietro l’America buona e democratica dei video fattici vedere a scuola, così come dietro a Stark e ai suoi capitali privati… c’è da (sempre) una ‘mafia’ coi suoi altrettanto elitari interessi (economici e non)…

                            Insomma dietro lo ‘specchietto delle allodole’… c’è la guerra perenne tra il Bene e il Male (tra Dio e… ‘mammona’ [$$$]). tra il 'bianco' e il 'nero'… il resto è tutta fuffa messa in piedi per le masse, indottrinamento e pseudo scontri tra ideologie… e in tal senso, in prospettiva (continuando con l''effetto valanga'...), penso sarebbe interessante che Toomes – ‘imbestialitosi’ ulteriormente in carcere – diventasse l’Avvoltoio definitivo… cioè l’Avvoltoio inteso come colui che pianifica il suo diabolico piano finale del ‘divide et impera’: mettere uno contro l’altro (ad es. lo Scorpione contro Spidey, e/o Spidey contro Stark), farli scornare tutti fra loro per poi avventarsi sulle ‘carcasse’ che restano sul campo, e così dettare finalmente legge, corrispondendo alla sua vocazione di fondo imperialista…

                            Per ora in questo film Toomes è stato solo l’avvoltoio che sopravvive nutrendosi lavorativamente delle ‘carcasse’… di tecnologia aliena, come anche l’avvoltoio che poi fa tutto questo per prendersi cura della sua famiglia (in ebraico la parola ‘avvoltoio’ è foneticamente simile a ‘compassione’, da cui l’associazione tra questi uccelli e la cura dei parenti…)… ma forse gli sceneggiatori hanno in mente anche altro, una sua evoluzione ulteriore, ed in questo primo film hanno già iniziato a gettare qua e là dei semi per il sequel, magari proprio in linea col discorso – se non ideologico… comunque facilmente ‘ideologizzabile’ (e uno sceneggiatore di valore, prima di iniziare a scrivere lo script, di sicuro certe rilessioni se le fa…) - che facevi tu Sensei…

                            Originariamente inviato da hulkdog Visualizza il messaggio
                            la rivoluzione era nata "pura " nelle idee come tante altre rivoluzioni ....poi c'è l'uomo e le sue brame
                            Dietro tutte le rivoluzioni/movimenti che fanno la storia… imho ci sono altre facce, altri mandanti che la storia la vogliono pianificare (divide et impera… solve et coagula ecc…); che utilizzano montagne di soldi… come minimo per far soldi, soldi e soldi, se non per altro (la perenne lotta ‘Bianco vs Nero’)… … e comunque… così off topic ci finiamo veramente

                            Originariamente inviato da Sensei Visualizza il messaggio
                            Un conto è scrivere il Manifesto e il Capitale (avendo alcune lacune in taluni passaggi che sono più dati per assodato che effettivamente verificabili), un conto la realtà.
                            "Parole che insegno, tutte mescolate / in un pasticcio diabolico. / Così, chiunque può pensare proprio quello / che preferisce pensare" (Marx)
                            E casomai poi ce ne fosse bisogno... si alterano anche i dati che contraddicono le proprie tesi...


                            ………………

                            http://www.centrosangiorgio.com/piag...mo_occulto.htm
                            http://www.veja.it/2013/10/20/laltra-faccia-carlo-marx/


                            "Everything that has a beginning has an end, Neoric"

                            "E' la vita mia: mille occhi, una foresta, una giostra di periferia"

                            Commenta


                            • Di Toomes si può dire che lo hanno avvicinato molto a Osborn come caratterizzazione, anche se l'attaccamento alla famiglia è molto farina del sacco dell'Avvoltoio moderno.
                              Ultima modifica di StoneAngel; 17 luglio 17, 19:43.

                              Commenta


                              • Originariamente inviato da Naihir Visualizza il messaggio
                                Ho avuto modo di vederlo..

                                Che film scialbetto... sono rimasto davvero deluso da sto filmetto. Più di quanto immaginassi.

                                lo annovero tra i peggiori marvel.. banale, scontato, noioso, bambinesco, politically correct nel midollo.. cgi a livelli di 8 anni fa e una sensazione frustrante di vedere uno spin-off di Iron Man, anzi di vedere la storia di Spidey rimaneggiata con personaggi che sembrano usciti fuori da qualche fanmade.. con una forzatura incessante nel rendere spidey in un contesto gggiovanile del 2017. Ci si lamentava tanto della poca fedeltà ai fumetti, ma tolta la parte "logorroica" di questo Spidey cosa è rimasto dei fumetti?

                                2 ore e passa di "wooow che figata", "che figo!", "da paura", "oooh", "figo!", "che spettacolo!", "oh cacchio!", "fighissimooo!", "bella zio!"

                                tutto il bello che avevo visto dello spidey di Civil War (in sintesi, quella sua apparizione è l'unico motivo per cui salvo la scena inutile e stupida dell'aeroporto) qui si è disgregato.

                                Non dico che sia il peggior film su spidey, perché i due Amazing (soprattutto il secondo) sono delle cagate mostruose.. ma indubbiamente preferivo l'attore di amazing a questo monolite inespressivo di Holland, che tra l'altro ho trovato pure bassino per la parte.
                                Concordo in toto, anche se a me già in CW non è che spider-man avesse convinto appieno.... Sarà che a me proprio l'idea di mettere uno spidey bambino arrivato dopo tutti gli altri in mezzo ad avengers adulti fa cagare....

                                Commenta

                                In esecuzione...
                                X