annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Solo - A Star Wars Story (Ron Howard)

Comprimi
X
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Originariamente inviato da Lord Freezer Visualizza il messaggio
    Ma speriamo... dai cavolo sostituire la faccia di un attore con una copia digitale fedele non è più impossibile, lo hanno fatto in maniera perfetta in Terminator Genisys (e credo lo faranno anche nel prossimo terminator)... tra qualche anno forse sarà all'ordine del giorno e nemmeno più così costoso.
    Aspe ma chi in Genisys? Il T-800 che c'era anche nel primo film? Eh sì non era male, secondo me nel prossimo ringiovaniscono la Hamilton.

    Commenta


    • Originariamente inviato da Lord Freezer Visualizza il messaggio
      ... ben vengano Leia e Tarkin in cgi.
      Su Tarkin e Leia digitali non sono d'accordo, la resa finale era così tremenda che alla fine ti buttava fuori dal film né più né meno del brutto recasting di Solo. Invece questo tipo di tecnica, un tracciamento con rimpiazzo di una texture del volto, con relighting e tutto il resto, si configura più come "maschera di lattice virtuale" che a occhio pare molto più promettente.

      Tra l'altro una delle (troppe) cose che tradivano la ricostruzione CGI di Tarkin era l'ampia fronte con quei riflessi sparati da pesce fracico, ma con questo tipo di tecnologia la testa non viene ricostruita in toto: fronte e capo, capelli, orecchie e collo sono reali e appartengono all'attore-controfigura, mentre la sostituzione riguarda strettamente la maschera dei tratti somatici dalle sopracciglia in giù, quindi di base l'effetto è letteralmente più realistico perché la porzione sostituita al girato è minima, pur essendo quella fondamentale.

      Insomma, di solito non vedo di buon occhio questo tipo di interventi ma questo qui un po' mi fa vacillare e in un caso come Solo sembra l'ideale. Ripeto che la vedrei bene per una serie tv, su schermo piccolo e con una produzione contenuta potrebbe dare il meglio ed essere un bell'esperimento.
      Ultima modifica di Cosmo; 18 ottobre 18, 16:56.

      Commenta


      • Originariamente inviato da Lorath Visualizza il messaggio
        Aspe ma chi in Genisys? Il T-800 che c'era anche nel primo film? Eh sì non era male, secondo me nel prossimo ringiovaniscono la Hamilton.
        Si Arnold digitale era praticamente identico alla controparte del 1984...
        :twisted: LA VOSTRA SERENITA' E' UN BUON SINTOMO... ALLEVIA LA TENSIONE E LA PAURA DI MORIRE. :twisted:

        Commenta


        • Originariamente inviato da Cosmo Visualizza il messaggio
          Su Tarkin e Leia digitali non sono d'accordo, la resa finale era così tremenda che alla fine ti buttava fuori dal film né più né meno del brutto recasting di Solo. Invece questo tipo di tecnica, un tracciamento con rimpiazzo di una texture del volto, con relighting e tutto il resto, si configura più come "maschera di lattice virtuale" che a occhio pare molto più promettente.

          Tra l'altro una delle (troppe) cose che tradivano la ricostruzione CGI di Tarkin era l'ampia fronte con quei riflessi sparati da pesce fracico, ma con questo tipo di tecnologia la testa non viene ricostruita in toto: fronte e capo, capelli, orecchie e collo sono reali e appartengono all'attore-controfigura, mentre la sostituzione riguarda strettamente la maschera dei tratti somatici dalle sopracciglia in giù, quindi di base l'effetto è letteralmente più realistico perché la porzione sostituita al girato è minima, pur essendo quella fondamentale.
          Secondo me erano più che passabili entrambi... ovviamente c'è da lavorarci ancora, ma come dici tu una maschera in cgi che riproduce la faccia dell'attore per me è una soluzione intelligente per evitare inguardabili recasting. Secondo me col nuovo terminator (visto che c'è anche Cameron dietro) vedremo utilizzare questa tecnica...
          :twisted: LA VOSTRA SERENITA' E' UN BUON SINTOMO... ALLEVIA LA TENSIONE E LA PAURA DI MORIRE. :twisted:

          Commenta


          • Ci rimetteranno mano mille volte su quelle 2 facce (Tarkin e Leia). Prendeteli come delle bozze.
            Fra 10 anni saranno perfetti.

            Per Solo non so. Lì si tratta di una scelta prima di tutto stilistica. E poi un attore non lo puoi cancellare da un film senza aspettarti una causa milionaria (che perderebbero in Disney).
            E' stata una scelta sbagliata fin da subito e ce la terremo per molto tempo.

            Commenta


            • L'attore può sempre dare corpo, voce ed espressioni al personaggio digitale... è solo sulla faccia che andrebbe messa una "protesi" digitale.
              :twisted: LA VOSTRA SERENITA' E' UN BUON SINTOMO... ALLEVIA LA TENSIONE E LA PAURA DI MORIRE. :twisted:

              Commenta


              • Visto.
                Ha una fotografia bellissima, in particolare nella parte delle trincee (inattesa ed ottima) e nella spiaggia a ridosso del finale. L'impalcatura della storia è buona anche se da la sensazione di esser stato fatto seguendo un manualetto, anzi dispiace per il potenziale sprecato perché con pochi cambiamenti ne avrebbe guadagnato moltissimo. Per cominciare, il motore della storia è l'infatuazione di Solo per Qi'ra, tuttavia il loro rapporto è stato solo enunciato ("siamo cresciuti insieme e siamo fidanzati"), un paio di piccole scene che mostrassero la loro crescita ed il loro innamoramento avrebbero reso tutto più convincente.
                Lo stand-off finale è da lodare per come cerca di fare un finale non fracassone ed ignorante, ed infatti anche quello non è male, ma sarebbe potuto essere molto meglio: Dryden Voss più che un pericoloso gangster psicopatico pare un'isterico che deve consultarsi con la ragazza ogni due secondi, e il rapporto fra Qi'ra e Dryden è sempre troppo vago e confuso (sono amanti? lei è una sua serva? cos'è il marchio che ha?). Il vero pugno nell'occhio però è il droide degli uguali diritti, brividi...quando è morto c'era da festeggiare.
                L'umorismo inizialmente non è granchè ma poi migliora regalando risate di cuore, merito di Glover e di Harrelson soprattutto.
                Passando agli attori, il giovane Solo non assomiglia a Ford ma comunque è senza infamia e senza lode, si vede che si impegna peccato per la bassa statura che si nota. Glover è un Lando perfetto, Harrelson una spanna sopra tutti, il problema è la "khaleesi" Qi'ra, un'oca senza arte ne parte che sembra siliconata (nonstante non lo sia vista la giovane età), anche qui ci fosse stata qualcun'altra più credibile lo stand off sarebbe stato molto meglio.
                Musiche non pervenute purtroppo, un aspetto grave per uno Star Wars e comune a tutto il nuovo corso, chi più chi meno.

                Detto questo non mi è dispiaciuto, premesso che è un film filler per i fan (straripa di strizzate d'occhio al nuovo EU) di base poco interessante.
                Spoiler! Mostra

                Commenta


                • Secondo Alan Horn se è un film Disney ad avere performance sotto le aspettative si tratta di una notizia più ghiotta delle altre...
                  "È tutto molto complicato...". "Il Contesto è importante!".
                  "È tutto perfetto nel passato. Tranne come ci ha portato al presente."

                  Commenta


                  • Delle volte basterebbe dire: "ci aspettavamo un risultato migliore, abbiamo sbagliato qui e qui. ma sappiamo già come rimediare e deliziare gli spettatori con altri prodotti di qualità e ben pensati".

                    fine. ammetti il flop, vai avanti.
                    # I am one with the Force and the Force is with me #

                    -= If You Seek His Monument Look Around You =-

                    Commenta


                    • Finalmente sono riuscito a vedere Solo.
                      Bel film di avventura, una storia di furfanti e truffatori semplice ma divertente ulteriormente elevata ai miei occhi da un quoziente di nerdosità fuori scala.
                      Alden Coso come versione ancora sbarbatella di Han Solo funziona e mi è piaciuto che abbiano dato un ruolo bello ampio a Chewie, tra l'altro (e qui contribuisce il fattore nerdosità) menzionando per la prima volta al cinema il fatto che i Wookie abbiano una aspettativa di vita pluricentenaria.
                      "Compatisco quelle povere ombre confinate in quella prigione euclidea che è la sanità mentale." - Grant Morrison
                      "People assume that time is a strict progression of cause to effect, but *actually* from a non-linear, non-subjective viewpoint - it's more like a big ball of wibbly wobbly... time-y wimey... stuff." - The Doctor

                      Commenta


                      • rivisto da poco..
                        io continuo a pensare che sia un bel film, ragionando anche sulla travagliata creazione.

                        mi sono però chiesto una cosa.
                        verso la fine quando tutti si sono ritrovati su Savareen alla raffineria:
                        han solo com'è andato via dal pianeta?
                        backett come pensava di andare via dal pianeta?
                        enfys nest com'è arrivata sul pianeta?
                        e come se ne è andata? ( erano in moto )

                        Commenta


                        • Il film è piacevole e godibile, un'avventura vecchio stile, pieno di riferimenti, lineare nel suo svolgimento, anche nei colpi di scena, fino a quello "finale". Si incastra bene nel mondo SW, il pregio ed il difetto del film, per me, è la semplicità: il pregio di essere "solo" un'avventura, una storia, che racconta quello che deve raccontare e lì si ferma, così come il difetto di dirci qualcosa in più su quanto già sapevamo, senza troppe aggiunte "rilevanti" per la saga.

                          La cosa che invece mi ha fatto pensare, e mi fa pensare ancora oggi, è la questione dei dadi. Sono stati un tassello emozionante e toccante di TLJ, carico di significati in quel film, mentre con questo spin off ne esce una visione diversa, più ampia, e che, a parer mio, ridimensiona l'impatto emotivo di TLJ. L'oggetto era un ciondolo sul Falcon, che legava i tre protagonisti nelle loro avventure, e nei loro affetti, un ricordo di Han, che arriva nelle mani della sua (ex) compagna.
                          E poi si scopre che era il suo portafortuna (e lo è sempre stato), dato in pegno alla sua ex di gioventù, che finisce alla fine nelle mani della sua futura moglie (o compagna o dolce metà).

                          nsomma, se il vostro compagno o la vostra compagna (ok, nella nuova trilogia Leia e Han si sono allontanati, ma il sentimento reciproco continua ad esserci), dovessero venire a sapere che quel ciondolo che avete appeso in macchina è un portafortuna, che in passato fu un regalo, importante, ad una vostra ex fiamma di gioventù...
                          "Che me so' perso?"

                          Commenta


                          • Originariamente inviato da Renegade Visualizza il messaggio
                            rivisto da poco..
                            io continuo a pensare che sia un bel film, ragionando anche sulla travagliata creazione.

                            mi sono però chiesto una cosa.
                            verso la fine quando tutti si sono ritrovati su Savareen alla raffineria:
                            han solo com'è andato via dal pianeta?
                            backett come pensava di andare via dal pianeta?
                            enfys nest com'è arrivata sul pianeta?
                            e come se ne è andata? ( erano in moto )
                            Boh, non è che solo perché a Savareen vediamo solo quel villaggio c'è solo quello (dopo tutto a Tatooine oltre a Mos Eisley si sono pure Mos Espa e quell'altro posto citato da Luke in epIV che non ricordo mai come si scrive), immagino che ci sia un'altra città con uno spazioporto pure lì.
                            "Compatisco quelle povere ombre confinate in quella prigione euclidea che è la sanità mentale." - Grant Morrison
                            "People assume that time is a strict progression of cause to effect, but *actually* from a non-linear, non-subjective viewpoint - it's more like a big ball of wibbly wobbly... time-y wimey... stuff." - The Doctor

                            Commenta


                            • Originariamente inviato da Renegade Visualizza il messaggio
                              rivisto da poco..
                              mi sono però chiesto una cosa.
                              verso la fine quando tutti si sono ritrovati su Savareen alla raffineria:
                              han solo com'è andato via dal pianeta?
                              backett come pensava di andare via dal pianeta?
                              enfys nest com'è arrivata sul pianeta?
                              e come se ne è andata? ( erano in moto )
                              anche io, in virtù di quel finale un po' sempliciotto mi sono posto ste domande..

                              - sono sicuro che sarà materiale per qualche storia a fumetti su Han e Ciube
                              - nello stesso modo in cui probabilmente è andato via Solo, trovando una nave da qualche parte nel pianeta
                              - ecco la risposta per i cloud-riders: https://starwars.fandom.com/wiki/Aerie_(carrier)

                              comunque il problema del film è la sua stessa portata/dimensione: una "semplice" avventura. quando si parla di SW ci si aspetta sempre un evento, un film importante.. cosa che a modo suo anche Rogue One era riuscito ad essere. Questo sembrava un film caruccio con una storia che poteva essere affrontata/approfondita anche in una serie tv... e immagino che il seguito del film è proprio in queste vesti che si verificherà.
                              # I am one with the Force and the Force is with me #

                              -= If You Seek His Monument Look Around You =-

                              Commenta


                              • Concordo con l'ultima parte del messaggio di Naihir. Resta un film divertente in parte rovinato - secondo me - da qualche dettaglio, da una fotografia inadatta in alcune scene e da un finale troppo aperto ad altri sequel (e sì mi riferisco alla scena di Q'ira e Maul, ma soprattutto al fatto che il Solo che vediamo nel film, anche alla fine, è ancora un po' troppo ottimista rispetto a quello della trilogia classica)

                                Commenta

                                In esecuzione...
                                X